MENU
 

Menu di sezione

 
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
ATTIVITÀ PER ADULTI E FAMIGLIE
ATTIVITÀ PER LE SCUOLE


Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

24/11/2021

VELÁZQUEZ PER CERUTI

 
 
 


Pinacoteca Tosio Martinengo
26 novembre 2021 - 27 febbraio 22 

 

Uno scambio di prestiti internazionali, tra Italia e Russia: 

un’occasione di incontro e confronto tra due maestri della pittura.

 
 
 
 
Quella tra Velázquez e Ceruti è una vicinanza di intenti che trova forma, a un secolo di distanza, sotto l’egida della realtà in un dialogo fatto di temi, composizione, ispirazione, luce. In mostra l’eccezionale prestito, finora mai esposto in Italia, de Il Pranzo di Diego Velázquez (1599-1660) proveniente dall'Ermitage in un importante confronto con opere di Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto (1698-1767).
 
Un confronto sottolineato dal riallestimento della Sala del Ceruti (XII) di Pinacoteca Tosio Martinengo, il museo che possiede il più importante corpus al mondo di opere dell’autore milanese di nascita e bresciano di adozione. Il Pranzo di Velázquez (1617 circa) è infatti esposto accanto ad alcuni capolavori della produzione pauperistica di Ceruti, il cui presupposto artistico e culturale è da riconoscere nel naturalismo seicentesco europeo, che proprio in Velázquez ebbe uno dei suoi massimi protagonisti. 
 
La cura del progetto, intitolato Velázquez per Ceruti, è affidata a Guillaume Kientz, direttore di Hispanic Society Museum & Library di New York, già responsabile delle collezioni di arte e scultura spagnola, portoghese e latino-americana al Museo del Louvre di Parigi, e curatore, nel 2015, della grande retrospettiva su Diego Velázquez al Grand Palais di Parigi. 
 
Grazie al prestito de Il Pranzo, dal 2 dicembre 2021 al 23 gennaio 2022 all’Ermitage di San Pietroburgo saranno esposte la Lavandaia (1730-1735) e la Filatrice (1735) di Giacomo Ceruti, due figure femminili che portano in scena la loro dignità silenziosa in composizioni in cui la ricerca del vero restituisce con nobiltà il senso del vivere quotidiano della povera gente. Il progetto, intitolato Two paintings by Giacomo Ceruti from Brescia, è a cura di Svyatoslav Savvateev, curatore di pittura spagnola del Dipartimento di Arte Europea Occidentale del Museo Statale Ermitage. 


 
 

Orari


La mostra segue gli orari di apertura della Pinacoteca Tosio Martinengo:
da martedì a domenica, dalle 10 alle 18
chiuso il lunedì, ad eccezione di quelli festivi

La biglietteria chiude un'ora prima della chiusura del museo



Biglietti


Acquistando il biglietto d’ingresso per la Pinacoteca Tosio Martinengo si ha diritto all'accesso gratuito alla mostra Il senso del nuovo. Lattanzio Gambara pittore manierista in corso al Museo di Santa Giulia, e viceversa.

Intero € 8,00
Ridotto (gruppi e convenzioni) € 6,00
Ridotto (14-18, over 65, universitari) € 4,50
Ridotto (scuole, 6-13, universitari min. 10) € 3,00
 
 
 

Info e prenotazioni


È consigliata la prenotazione tramite il sito www.bresciamusei.com poiché le norme relative al contingentamento prevedono l'ingresso di un numero limitato di visitatori. Nell'impossibilità di effettuare la prenotazione online si consiglia prima della visita di verificare il sito www.bresciamusei.com per vedere le prenotazioni in essere.

Per informazioni contattare il CUP - Centro Unico Prenotazioni:
tel. 030.2977833-834
santagiulia@bresciamusei.com
(attivo da lunedì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00)
 
 
 
 


 
 

 
 
 
 

Conferenza stampa

giovedì 25 novembre 2021
 
Per visualizzare il video devi accettare l'utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina
 
 
 

In ottemperanza al decreto legge n.65 del 18-5-2021 non sarà più necessaria la prenotazione obbligatoria nei giorni di sabato, domenica e festivi. 
 
In ottemperanza alle recenti disposizioni (DL 105 del 23 luglio 2021) l’accesso ai Musei Civici di Brescia è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 (in formato cartaceo o digitale) in corso di validità, che verranno verificati dagli operatori autorizzati. Sono esenti da verifica i minori di 12 anni e i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione (art. 3 comma 3 D.L. 105 del 23 luglio 2021). Resta fermo l'obbligo dell'uso della mascherina all'interno delle sale a partire dai 6 anni di età e il rispetto del distanziamento interpersonale.
 



«  Tutte le news