MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

14/12/2014

Antiche risonanze in Santa Giulia

 
Antiche risonanze in Santa Giulia – III Edizione
domenica 14 dicembre ore 16.00
 
Il Gruppo Vocale “Cantores Silentii”, in occasione del XXV anniversario della propria costituzione, in collaborazione con Fondazione Brescia Musei e con il patrocinio del Comune di Brescia, ha organizzato la terza edizione della Rassegna “Antiche risonanze in Santa Giulia” che quest’anno è suddivisa in quattro appuntamenti, seguendo l’alternanza delle stagioni.
 
Il quarto ed ultimo appuntamento si terrà domenica 14 dicembre 2014 alle ore 16.00 nella suggestiva Basilica di San Salvatore e nel Coro delle Monache, cuore del Monastero di Santa Giulia.
 
In programma “La musica «profana» rinascimentale: prospettive popolari e di corte” – raccolta di composizioni a più voci tratte dalla tradizione rinascimentale con alcune Canzonette e Villanelle opera di musicisti di origine bresciana.
 
Il concerto offre una interessante rassegna di composizioni di carattere profano che venivano utilizzati per le feste di corte o per allietare i momenti conviviali nella vita dei palazzi nobiliari o della ricca borghesia quattro-cinque-seicentesca; il loro carattere può essere colto ma anche di estrazione popolare con un incipit che risale al XIII secolo: la celebre Rota di origine inglese “Sumer is icumen”.  La prima parte prevede l’esecuzione di brani opera di alcuni tra i più rappresentativi compositori quattro-cinquecenteschi fiamminghi quali Josquin del Prés, Jannequin Clement e Orlando di Lasso oltre a rare composizioni come la Barzelletta “Viva el gran Re Don Fernando” dedicata alla scacciata dei Mori dalla città spagnola di Granada avvenuta nel 1492 ad opera dei regnanti cattolici Isabella e Ferdinando di Castiglia, o come “La canzon di Cald’arrost” di Jacques Du Pont, che ben rappresenta come già nel Cinquecento fosse in uso la vendita dei buoni e dolci frutti autunnali agli angoli delle strade cittadine.
 
La seconda parte del concerto è dedicata a brani di alcuni compositori di origine bresciana: Teodoro Riccio (che fu Maestro di Cappella della chiesa cittadina dei SS. Nazaro e Celso e che proseguì la propria attività di Maestro e compositore in Germania ad Ansbach e Königsberg), il salodiano Vincenzo Neriti, il prolifico Giovanni Ghizzolo, e il Conte Gio. Paolo Caprioli con la dolcissima “Donna leggiadra e bella” a 3 voci. Chiudono il concerto due composizioni dell’arguto e celebre monaco bolognese Adriano Banchieri.
 
Tra le due parti del concerto gli Specialisti incaricati del Servizio Musei d’Arte e Storia del Comune di Brescia, proporranno alcune brevi note storico-artistiche riguardanti il Complesso Museale di Santa Giulia.
 
L’ingresso è libero, sino ad esaurimento dei posti disponibili, dalle ore 15.30 (ingresso da via Piamarta n. 2).
 
 



«  Tutte le news