MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

07/05/2020

Test PTM BRESCIA CELEBRA IL 500ENARIO DI RAFFAELLO

 

"IN VECE", experience show

Clicca qui se non visualizzi correttamente il contenuto

PTM BRESCIA CELEBRA IL 500ENARIO DI RAFFAELLO
Fondazione Brescia Musei inaugura "IN-VECE DI RAFFAELLO", un inedito experience show dedicato alle incisioni di opere raffaellesche delle Collezioni bresciane, che vengono teatralizzate in un’inedita esperienza immersiva. 
Il Redentore di Raffaello ha lasciato le sale della Pinacoteca Tosio Martinengo per prendere parte alla grande mostra nazionale delle Scuderie del Quirinale, dedicata a celebrare il cinquecentenario della morte di Raffaello. E mentre la figura del Redentore si allontana perdendosi in un paesaggio immaginario, ricostruito partendo dai paesaggi che fanno da sfondo ai celebri capolavori pittorici del pittore di Urbino, si crea lo spazio virtuale per “InVece”, l'experience show dedicato alle incisioni di opere raffaellesche delle Collezioni bresciane, che vengono teatralizzate in un’esperienza immersiva.
 
 
Abbiamo così aperto i depositi che contengono un patrimonio di incisioni che ha pochi eguali al mondo, e gli abbiamo dato una struttura innovativa e moderna con l’allestimento dell’experience show IN-vece che rende cool qualcosa che normalmente è considerato di nicchia.
Stefano Karadjov
 
In passato, e fino all’invenzione della fotografia, le stampe erano l’unico mezzo per diffondere la conoscenza dell’opera di un pittore. Nelle collezioni degli amatori d’arte esse documentavano, a tutti gli effetti e in assenza degli originali, le invenzioni dei grandi maestri. Ecco alcune stampe tratte dalle opere di Raffaello e conservate nella collezione di grafica dei Musei di Brescia. Nella diffusione del mito di Raffaello “divino pittore”, le stampe svolsero un ruolo fondamentale. E con “InVece” tornano a rivestirlo oggi, in un omaggio che fonde suggestivamente antichi fogli e tecnologie digitali.
 
 
 
Marcantonio Raimondi (Sant’Andrea in Argine 1470-80, Bologna 1527-34)
Giudizio di Paride
1513-1518 circa, da un disegno perduto
Bulino, cm 29x44
 
 
Marcantonio Raimondi (Sant’Andrea in Argine 1470-80, Bologna 1527-34)
Strage degli innocenti
1513-1515 circa, da un disegno perduto
Bulino, 270x425
 
 
 
 
Nicolas Dorigny (Parigi, 1658-1746)
La favola di Amore e Psiche
1693, dagli affreschi della villa Farnesina
Acquaforte, cm 38x66
 
Pietro Santi Bartoli (Perugia 1635 – Roma 1700)
Adorazione dei magi
Secolo XVII, dalla serie degli arazzi della Scuola Nuova
Acquaforte, cm 46x92 
 
Orazio Borgianni (Roma 1578-1616)
Ultima cena
1615, dagli affreschi delle Logge vaticane
Acquaforte, cm 13x18
 
Cesare Fantetti (Firenze? – attivo a Roma negli anni 1673-1675)
Dio crea gli animali
1675, dagli affreschi delle Logge vaticane
Acquaforte e bulino, cm 19x31
 
 
 
Raffaello Morghen (Napoli 1758 – Firenze 1833)
La Giustizia
La Teologia
La Poesia
La Filosofia
1781-1782, dagli affreschi della Stanza della Segnatura in Vaticano
Bulino, cm 40x37
 
Raffaello Morghen (Napoli 1758 – Firenze 1833)
Trasfigurazione
1811, dal dipinto ora alla Pinacoteca Vaticana
Bulino, cm 80x53
 
 
 
 
Giuseppe Longhi (Monza 1766 – Milano 1831)
Sposalizio della Vergine
1820, dal dipinto ora alla Pinacoteca di Brera
Bulino, cm 81x52
 
Giuseppe Longhi (Monza 1766 – Milano 1831)
Visione di Ezechiele
1825, dal dipinto ora alla Galleria Palatina
Bulino, cm 47x34
 
 
 
Giuseppe Longhi (Monza 1766 – Milano 1831)
Visione di Ezechiele
1825, dal dipinto ora alla Galleria Palatina
Bulino, cm 47x34
 
 Pietro Anderloni (Brescia 1785 – Cabiate, Como 1849)
Madonna con il Bambino e san Giovannino, detta Madonna del passeggio
1831, dal dipinto ora alla National Gallery of Scotland
Bulino, cm 70x46
 
 
 
Marcantonio Raimondi (Sant’Andrea in Argine 1470-80, Bologna 1527-34)
Danza di fauni e baccanti 
1516 circa, da un disegno ora al Louvre
Bulino, cm 17x24
 
 
Marcantonio Raimondi (Sant’Andrea in Argine 1470-80, Bologna 1527-34), copia da
Galatea
1516 circa, dalla Loggia di Psiche
Bulino, cm 40x28 
 
 
Ci trovate sui canali social #BresciaMusei
 
 
 
 
 



«  Tutte le news

Il museo riapre!
Vieni a Santa Giulia e in Pinacoteca
Prenota la tua visita in totale sicurezza