MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

25/10/2017

[BEAT GENERATION AL NUOVO EDEN]
A LIFE: LAWRENCE FERLINGHETTI.
BEAT GENERATION, RIBELLIONE, POESIA, AL CINEMA

 

A LIFE: LAWRENCE FERLINGHETTI.
BEAT GENERATION, RIBELLIONE, POESIA, AL CINEMA

 
                    
 
 
“A Life: Lawrence Ferlinghetti. Beat Generation, ribellione, poesia” arriva anche sul grande schermo. Le tematiche, i personaggi e il contesto storico protagonisti della mostra che sarà allestita al Museo di Santa Giulia dal 7 ottobre, come ormai consuetudine per le esposizioni curate dalla Fondazione Brescia Musei, saranno anche raccontati attraverso sei opere cinematografiche al cinema Nuovo Eden
Sei appuntamenti da ottobre a gennaio per conoscere opere che hanno reso famosa la Beat Generation e l’hanno raccontata attraverso la settima arte. 
 
Qui il programma in dettaglio.
 
 

 
 
 
Il secondo appuntamento prevede due proiezioni. La prima è in pellicola 35mm  del film:
 
 
 
ON THE BOWERY
di Lionel Rogosin. Documentario. Durata 65’. USA 1956

 
 
Figlio di una famiglia di emigranti russi ebrei divenuti ricchi industriali, Lionel Rogosin, turbato dalla vista del quartiere povero vicino alla sua casa di Greenwich, usa i propri soldi per produrre e dirigere questa sinfonia del degrado metropolitano. Rogosin scruta senza posa, implacabilmente, senza tema per la bruttezza umana, il selciato disseminato di cartacce, di rifiuti marci, sui quali vegetano, alcolizzati senza speranza, in questo settore dei tuguri newyorkesi, relitti del genere umano. Per questo suo primo film, ha vissuto con loro per sei mesi e fatto interpretare a queste creature la squallida vita di tutti i giorni.
 
 
 

 
La seconda proiezione è un cortometraggio di 26 minuti: 
 
 
PULL MY DAISY 
di Robert Frank e Alfred Leslie.
Con Mooney Peebles, Allen Ginsberg, Gregory Corso, Peter Orlovsky. Sperimentale.
Durata: 26’. USA 1959. 

                        
 
 
 
Basato sul terzo atto della commedia del "poeta maledetto" Jack Kerouac "The Beat Generation" il cortometraggio è l'opera prima di Robert Frank e vede la partecipazione di numerosi esponenti dell'avanguardia poetica americana della fine degli anni Cinquanta che interpretano loro stessi. Il cortometraggio è seguito da un documentario sulla Beat generation realizzato utilizzando materiale di repertorio e interviste montati nello stile caratteristico dell'esperienza letteraria degli artisti beat.

 
 



«  Tutte le news