MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

04/02/2018

[NEW! INCONTRI CON COLAZIONE AL MUSEO]
CURATORS TALK: COLAZIONI AD ARTE

 
 

 

Da domenica 4 febbraio nella white room del Museo di Santa Giulia

 

CURATORS TALK: COLAZIONI AD ARTE


Al via il nuovo ciclo di incontri con i curatori delle più prestigiose realtà museali italiane: un viaggio alla scoperta delle mostre più importanti per conoscerne le idee, gli aspetti progettuali e i backstage

 
 
Continua l’impegno di Fondazione Brescia Musei per istaurare nuove sinergie con realtà sia del territorio che al di fuori di esso. Un’ottica di collaborazione da cui è nata l’idea del nuovo e stimolante ciclo di incontri che inizia domenica 4 febbraio volto a far conoscere le mostre che è possibile visitare, entro la prima metà del 2018, inalcune delle città più importanti vicine a Brescia: Venezia, Rovereto, Bergamo e Milano.
 
A raccontare le mostre saranno gli stessi curatori: una preziosa occasione quindi per la cittadinanza che potrà vivere un viaggio alla scoperta delle esposizioni più significative di questo 2018, conoscerne le idee, gli aspetti progettuali e i backstage.
Gli incontri si terranno tutte le domeniche di febbraio alle ore 10.30 presso la White room del Museo di Santa Giulia via Musei 81/b. Gli interventi saranno preceduti, alle ore 10.00, da una piccola colazione (succo, brioches) che verrà offerta ai partecipanti. L’ingresso è libero, fino a esaurimento posti.
 
Si inizia domenica 4 febbraio con la presentazione della mostra Canova, Hayez, Cicognara. L'ultima gloria di Venezia a cura di Paola Marini, direttore delle Gallerie dell’Accademia di Venezia e curatrice della mostra. La mostra celebra, con oltre 100 opere, il bicentenario della fondazione delle Gallerie dell’Accademia. I capolavori esposti sono articolati in dieci sezioni tematiche, tra cui spicca la riunione della serie di manufatti inviati nel 1818 alla corte di Vienna per il matrimonio dell’imperatore Francesco I e noti come l’“Omaggio delle Provincie Venete”, che ritornano a Venezia per la prima volta dopo duecento anni. Nel percorso di visita sono esposti anchela Musa Polimnia di Canova, dipinti, gruppi scultorei, due are e altrettanti grandi vasi di marmo, un tavolo realizzato in bronzo e legno con il piano ricoperto da pregiati vetri di Murano e preziose rilegature, rappresentanti della più alta produzione artistica del Neoclassicismo veneto.
 
 

Il calendario degli incontri


CURATORS TALK
Colazioni ad arte
 
White room - Museo di Santa Giulia
Ingresso libero 
 

Continua l’impegno di Fondazione Brescia Musei per istaurare nuove sinergie con realtà del territorio o al di fuori di esso. In quest’ottica di collaborazione si propone un nuovo stimolante ciclo di incontri volto a far conoscere le mostre che è possibile visitare, entro la prima metà del 2018, in alcune delle città più importanti vicine a Brescia: Venezia, Rovereto, Bergamo e Milano.
A raccontare le mostre saranno gli curatori: una preziosa occasione per la cittadinanza che potrà vivere un viaggio alla scoperta di mostre importanti, conoscerne le idee, gli aspetti progettuali e i backstage.
Gli incontri si terranno tutte le domeniche di febbraio alle ore 10.30 presso la White room del Museo di Santa Giulia via Musei 81/b. 
L’ingresso è libero, fino a esaurimento posti.
Gli interventi saranno preceduti, alle ore 10.00, da una piccola colazione (succo, brioches) che verrà offerta ai partecipanti.
 
 


Domenica 4 febbraio

Canova, Hayez, Cicognara. L'ultima gloria di Venezia 

Gallerie dell'Accademia, Venezia

29 settembre – 2 aprile 2018

Paola Marini

 
La mostra celebra, con oltre 100 opere, il bicentenario della fondazione delle Gallerie dell’Accademia. I capolavori esposti sono articolati in dieci sezioni tematiche, tra cui spicca la riunione della serie di manufatti inviati nel 1818 alla corte di Vienna per il matrimonio dell’imperatore Francesco I e noti come l’“Omaggio delle Provincie Venete”, che ritornano a Venezia per la prima volta dopo duecento anni. Nel percorso di visita sono esposti anche la Musa Polimnia di Canova, dipinti, gruppi scultorei, due are e altrettanti grandi vasi di marmo, un tavolo realizzato in bronzo e legno con il piano ricoperto da pregiati vetri di Murano e preziose rilegature, rappresentanti della più alta produzione artistica del Neoclassicismo veneto.








Domenica 11 febbraio
Realismo magico.
L’incanto nella pittura italiana degli anni Venti e Trenta

Mart Rovereto
3 dicembre 2017 - 02 aprile 2018

Valerio Terraroli, curatore della mostra

 
Prosegue al Mart di Rovereto la stagione delle grandi mostre dedicate all'arte italiana del primo Novecento. La grande mostra della stagione invernale ripercorre le vicende del Realismo Magico in Italia attraverso una selezione di capolavori pittorici provenienti da importanti collezioni pubbliche e private. Coniata dal critico Franz Roh, la definizione Realismo Magico descrive una stagione artistica internazionale che ha conosciuto la sua fase più creativa e originale tra gli anni Venti e gli anni Trenta del Novecento.
La rappresentazione oggettiva che il termine “realismo” evidenzia si accompagna, in questa espressione, a un aggettivo che evoca le atmosfere sospese e surreali caratteristiche di questa corrente. La realtà è infatti punto di partenza di una trasfigurazione che passa attraverso l’immaginazione e la meraviglia, messa in atto da un gruppo di artisti tra cui spiccano Cagnaccio di San Pietro, Felice Casorati, Antonio Donghi, Achille Funi, Carlo Levi e Ubaldo Oppi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Domenica 18 febbraio

Raffaello e l’eco del mito
Accademia Carrara, Bergamo
27 gennaio-6 maggio 2018
Emanuela Daffra, curatrice della mostra  
Cristina Rodeschini
, direttrice dell'Accademia Carrara di Bergamo e curatrice della mostra

 
L’esposizione racconta la formazione del maestro urbinate, la sua attività e la sua fortuna. Preziose opere di Raffaello in prestito dai più importanti musei del mondo, dialogheranno con grandi maestri dal ‘400 ai giorni nostri. Oltre venti lavori originali di Raffaello, opere di Memling, Berruguete, Perugino, Pintoricchio, Signorelli, per citarne alcuni, ricostruiscono con rigore uno spettacolare contesto culturale di altissima cultura, offrendo al visitatore un percorso emozionante che restituisce Raffaello alla dimensione più alta del mito. Il percorso espositivo si completa di un «corpus» scelto di opere del Novecento e del XXI secolo realizzate dagli artisti che meglio ne hanno raccolto l’eredità, tra cui: Luigi Ontani, Salvo, Francesco Vezzoli, Pablo Picasso, Giorgio de Chirico, Vanessa Beecroft, Christo, Luciano Fabro, e Giulio Paolini, che presenta un’opera inedita.
 
 
 
 
 
 



Domenica 25
febbraio

Albrecht Durer e il Rinascimento tra la Germania e l’Italia
Palazzo Reale, Milano

21 febbraio – 24 giugno 2018
Bernard Aikema, curatore della mostra


 
La mostra propone al pubblico l’opera di Albrecht Dürer, considerato protagonista assoluto del Rinascimento tedesco ed europeo, all’epoca della sua più alta espressione. La sua carriera segna un momento di grande effervescenza in termini socio-economici, artistici, culturali ed intellettuali nel contesto del Rinascimento tedesco, ma anche un momento di massima apertura verso l’Europa, sia del Sud sia del Nord. La mostra mette in evidenza i rapporti reciproci tra la sua opera e quella di grandi maestri suoi contemporanei, Cranach, Giorgione, Lorenzo Lotto e altri, attraverso disegni, incisioni, dipinti e grafica.
*l’incontro è previsto per le ore 11.00 (colazione alle ore 10.30)
 
 
 



«  Tutte le news