MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

29/01/2019

[LONGOBARDI IN VETRINA]
SCAMBI E CONDIVISIONI TRA MUSEI PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO LONGOBARDO

 
 
 
PRESENTAZIONE DEL PROGETTO 
"LONGOBARDI IN VETRINA"
 
Scambi e condivisioni tra musei per valorizzare il patrimonio longobardo
 
 
                                 
 
 
 
Il nuovo progetto dell'Associazione Italia Langobardorum sarà presentato al Museo delle Civiltà - Museo dell'Alto Medioevo di Roma Martedì 29 Gennaio 2019 alle ore 12.00
 
Roma, Martedì 29 Gennaio 2019 - Il Museo delle Civiltà e il suo direttore, Filippo Maria Gambari, ospiteranno nella sala conferenze del Museo preistorico etnografico L. Pigorini la presentazione del nuovo progetto realizzato dall'Associazione Italia Langobardorum, struttura di gestione del sito UNESCO
 
Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.).
 
Il progetto "Longobardi in vetrina. Scambi e condivisioni tra musei per valorizzare il patrimonio longobardo", è realizzato grazie al contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (Legge 77/2006, dedicato ai siti UNESCO italiani).
 
Il progetto propone la diffusione della conoscenza della cultura longobarda attraverso la valorizzazione delle realtà museali presenti nei sette singoli complessi monumentali, parte integrante del sito UNESCO, ma anche di quelli espressione dei territori coinvolti dal passaggio dei Longobardi. La collaborazione e la sinergia tra i musei sono favorite da scambi temporanei di reperti, articolati in esposizioni tematiche, tra musei della rete del sito UNESCO (Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli, l'antiquarium di Castelseprio, il Museo di Santa Giulia di Brescia, il Museo nazionale del Ducato di Spoleto, il tempietto di Campello sul Clitunno, il museo Diocesano di Benevento, i Musei TECUM di Monte Sant'Angelo) ed altri sette musei presenti sul territorio nazionale.
 
Gli scambi tra i musei, le mostre temporanee e le attività culturali di supporto sono potenziate anche da una mostra virtuale online realizzata con MOVIO (www.longobardinvetrina.it) e da un catalogo unico, caratterizzando questo progetto come la prima mostra diffusa a livello nazionale, intesa come insieme di mostre sulla cultura Longobarda; la più grande per estensione territoriale e coinvolgimento di istituzioni e di patrimonio storico-archeologico.
 
Il Sito seriale "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)", iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale il 25 Giugno 2011, include Cividale del Friuli, Brescia, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto, Benevento e Monte Sant’Angelo e comprende le più importanti testimonianze monumentali

longobarde esistenti sul territorio italiano, che si situano dal nord al sud della Penisola, laddove si estendevano i domini dei più importanti Ducati Longobardi. I beni compresi nel Sito, rigorosamente selezionati, sono, ognuno per la propria tipologia, il modello più significativo o meglio conservato tra le numerose testimonianze diffuse sul territorio nazionale e rispecchiano l’universalità della cultura longobarda nel momento del suo apice.
 
L'Associazione Italia Langobarodurm costituita nel 2009 dai comuni della Rete è la struttura di gestione del sito, non ha scopo di lucro e si occupa di avviare, coordinare e monitorare le azioni di rete relative alla valorizzazione, promozione e sensibilizzazione del sito UNESCO.
 
 
 
I LONGOBARDI IN ITALIA. I LUOGHI DEL POTERE (568-774 d.C.)
 
Associazione Italia Langobardorum
Piazza del Comune 1 – 06041 Spoleto (Pg)
longobardinitalia@gmail.com
 
www.longobardinitalia.it
Longobardi in Italia
www.longobardinvetrina.it



«  Tutte le news