MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

20/07/2019

[NEWS!] FUTURE VISIONI, DAL 20 LUGLIO LA STAGIONE ESTIVA DEL NUOVO EDEN

 
 
35 serate con un format nuovo per arricchire il Giardino dell’Eden
FUTURE VISIONI
DAL 20 LUGLIO LA STAGIONE ESTIVA
DEL NUOVO EDEN
Il Castello di Brescia protagonista dell’estate culturale bresciana
 
Scarica qui il programma completo
 

Dal 20 luglio al 25 agosto il Giardino dell’Eden si arricchirà delle Future Visioni, la stagione estiva del Nuovo Eden, il cinema all’aperto che sarà il protagonista della zona dell’ex Zoo. 35 serate con un format nuovo, che guarda al futuro e attraverso occasioni di intrattenimento e divertimento si avvicina a tematiche ambientali e sociali importanti per tutti, ma soprattutto per le nuove generazioni. Un modello che vuole essere precursore di una una città viva e in continua evoluzione.  
Protagonista assoluto sarà senz’altro il cinema da godere grazie all’innovativo – e anticipatore - sistema di fruizione audio in cuffia: storie fantastiche, vere, che hanno emozionato, commosso, fatto cantare il pubblico, sul grande schermo, per vivere la magia del cinema sotto le stelle.
 
Il cinema

Ad aprire la rassegna, sabato 20 luglio, il film di Damien Chazelle First Man, protagonista della serata dedicata ai 50 anni dall’allunaggio Man On the Moon. Un film fatto di tanti, primissimi piani, che racconta la vicenda umana di quel primo uomo sulla Luna, Neil Armstrong, che osserva la Terra da lontano, in tutta la sua bellezza e magnifica piccolezza. Un film ispiratore e che si fa interprete del fil rouge che si ripropone all’interno del cartellone, del necessario allontanarsi per vedere meglio, perché un diverso punto di vista è fondamentale per cambiare la prospettiva e quindi la Visione.
 
E al mondo magico delle visioni e dei sogni che hanno accompagnato l’infanzia di molti si rifanno i tre film remake dei classici Disney, presenti nel cartellone dell’arena: una tendenza, quella della major americana che vuole essere non solo un rifacimento in live action supportato dalle moderne tecnologie a disposizione, ma anche un tentativo di avvicinare nuovi e giovani pubblici ai film che hanno fatto la storia della casa di produzione. Domenica 28 luglio Il ritorno di Mary Poppins diretto con efficacia da Rob Marshall e grazie al talento straordinario di Emily Blunt e Lin-Manuel Miranda ricorderanno come non c’è problema che una canzone allegra non possa risolvere e prima che si possa dire ‘supercalfragilistichespiralidoso’ si verrà trasportati in avventure fantastiche; sabato 3 agosto Dumbo, il capolavoro animato del 1941 tornerà sul grande schermo dell’ex-zoo, rivisto da Tim Burton; mentre  venerdì 9 agosto, dopo 27 anni dall’ultima volta che le notti d’oriente disneyane hanno brillato al cinema Aladdin, di Guy Ritchie, tornerà a far sognare sulle note del principe Ali.
 
Sempre al pubblico giovane, ma non solo, sono dedicate le visioni con protagonisti gli amati supereroi. Scritto e diretto da Brad Bard, uno dei nomi dell’animazione del nuovo millennio mercoledì 24 luglio torneranno sul grande schermo Gli Incredibili 2: il secondo capitolo firmato Pixar, che mette al centro del racconto una famiglia con poteri straordinari. Non potrà mancare il quarto capitolo dell’epica saga di Marvel Studios dedicata ai supereroi più potenti della Terra: Avengers: endgame, in programma mercoledì 6 agosto e, sempre dal mondo Marvel, ma rielaborandone i canoni, lunedì 19 agosto l’appuntamento sarà con Spider-Man: un nuovo universo, film che si è aggiudicato l’Oscar 2019 come Miglior Film d’Animazione. Un “cartone animato” psichedelico, multiforme, scanzonato e un po’ dark. Per gli amanti del genere, il miglior Spider Man di sempre, urbano, che combatte in metropolitana, che si nasconde nei vicoli, e si scopre un po’ Banksy e un po’ salvatore dell’ultimo minuto.
 
Un focus particolare dell’edizione 2019 di Future Visioni sarà dedicato al nuovo format e alle nuove sfide che il cinema si è posto relative ai biopic musicali, per raccontare personaggi che hanno fatto la storia della musica: non più documentari musicali ma biografie in musica e immagini. Martedì 30 luglio ci si potrà lasciar trascinare dalle note delle musiche dei Queen, grazie alla straordinaria interpretazione di Rami Malek, che gli è valsa il premio Oscar come Miglior Attore in Bohemian Rhapsody di Bryan Singer; domenica 11 agosto sarà la volta della vita di Reginald Dwight, rockstar multimilionaria nota al mondo con il nome d’arte di Elton Hercules John, protagonista di Rocketman di Dexter Fletcher.
 
E sempre al mondo della musica guarderà l’appuntamento con la rassegna che il Nuovo Eden ha dedicato alla terza edizione del Brescia Photo Festival: mercoledì 7 luglio sarà infatti in programma M.I.A.  –  La cattiva ragazza della musica, di Stephen Loveridge, presentato alla Berlinale 2018 e vincitore del Premio della Giuria al Sundance 2018, un film che racconta la pop star, la bambina tamil cingalese venuta dallo Sri Lanka e cresciuta come outsider a Londra, la figlia dell’attivista tamil Arul Pragasam, la cantante hip hop che si presentò accanto a Madonna al Super Bowl, l’attivista censurata da Youtube e dal governo degli Stati Uniti.
 
Sul grande schermo di Future Visioni imperdibili saranno gli appuntamenti con il meglio della programmazione del cinema Nuovo Eden e della stagione cinematografica appena passata: una selezione dei titoli più amati, e richiesti, dal pubblico, per rivivere le emozioni di storie emozionanti o approfittare dell’occasione per vederli, per chi li avesse persi.
Lunedì 29 luglio sarà in programma il film che ha vinto l’Oscar 2019 come Miglior Film, Green Book, mercoledì 14 agosto da segnare in agenda A star is born, di e con Bradley Cooper affiancato da un’esordiente Stefani Germanotta (aka Lady Gaga), un film che si vive tutto d’un fiato, che colpisce al cuore e alla pancia e che rinasce per l'ennesima volta sul grande schermo, diventando nello stesso momento in cui lo viviamo già un grande classico.
 
Infine due piccole perle, che parlano di ambiente, di sostenibilità e guardano alle future generazioni facendosi portatori di un messaggio di speranza e di lotta concreta: mercoledì 21 agosto sarà in programma La donna elettrica, di Benedikt Erlingsson, la storia di una guerrigliera fai da te che parla di eroismo femminile, una donna libera, in guerra contro i potenti e l’evoluzione cieca e cinica; sabato 24 agosto invece Troppa Grazia, di Gianni Zanasi, un film che, muovendosi tra favola, realismo, magia e miscredenza solleva una serie di questioni centrali nella contemporaneità in continua corsa contro se stessa. 
A chiudere Future Visioni, domenica 25 agosto, un capolavoro assoluto della passata stagione, vero e proprio best seller del Nuovo Eden, vincitore del Leone d’Oro 2018 e dell’Oscar come Miglior Film Straniero 2019: Roma, di Alfonso Cuaron.
Tutta la programmazione di Future Visioni è consultabile sul sito www.nuovoeden.it
 
 
La musica nei live set digitali

L’edizione 2019 porta con sé una novità: non solo il cinema sarà protagonista dell’area dell’ex zoo, anche la musica tornerà a far parlare di sé nell’estate in Castello, grazie alla collaborazione con il partner artistico MusicalZOO. Dalla realtà virtuale e interattiva dei torinesi Spime.IM (già conosciuti per il loro progetto Niagara) che chiuderanno la festa di sabato 20 luglio Man on the Moon, con i loro paesaggi psichedelici, colori sintetici ed oggetti in mutazione, si passerà al dialogo tra uomo e intelligenza artificiale del bresciano Lorem (aka Francesco D'Abbraccio / Aucan), passando per l'intreccio tra la musica ed i suoni industriali e antichi della Valcamonica di Neunau (Sergio Maggioni) e la performance audio/visual di Persus Nine (da Barcellona) con il bresciano Loon (Stefano Casella).
 
Inoltre per tre giovedì MusicalZOO a Future Visioni conquisterà così la fortezza cittadina con la forza della musica e della contemporaneità con altre tre performance musicali live.
 
Giovedì 25 luglio sarà la volta di Francesco D’Abbraccio: un musicista, artista visivo e ricercatore indipendente, attivo nella scena underground europea dal 2008 con il duo Aucan e con il collettivo Unità di Crisi, che dal 2016 lavora al progetto Lorem. Il suo lavoro si concentra sulle politiche della rappresentazione e sulla cultura transmediale, e ha realizzato progetti per numerose istituzioni. Il suo lavoro è stato esposto a London Design Biennale, al Sheffield International Documentary Festival, al Museo Triennale di Milano, alla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma, al Museo MAXXI (Roma) e alla Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia. E’ co-direttore creativo di Krisis Publishing, una piattaforma editoriale e curatoriale che indaga l'impatto della cultura dei media sulle società contemporanee.  Lorem è un progetto multidisciplinare sul rapporto uomo-macchina nell'epoca dell'intelligenza artificiale. Attraverso l'impiego di reti neurali ed hardware hackerato, Lorem produce testi, immagini e materiale sonoro con la finalità di costruire una "intimità algoritmica", e di osservare emozioni umane complesse attraverso lo sguardo alieno dell'AI. Anzichè impiegare il machine learning per tracciare ed influenzare il comportamento degli utenti, il progetto tenta di indirizzare la macchina a simulare emozioni umane complesse, spesso contradditorie. Adversarial Feelings, che sarà proposta in cuffia proprio a Future Visioni, è la prima release di Lorem, con cui D’abbraccio ha recentemente vinto il premio RE:HUMANISM prize (un premio sulle intersezioni tra arte e intelligenza artificiale).
 
Giovedì 1 agosto protagonisti della scena sarà NEUNAU, un progetto artistico di ricerca sonora nato nel 2015 in Valcamonica. Il nome è inciso su una roccia in località Loa, luogo di culto dell’età del ferro e il progetto si ispira all’approccio archeologico e musicologico applicato alla ricerca musicale. Le indagini sonore di Neunau si sviluppano partendo dai dettagli che una sorgente sonora esprime, catturando ed esplorando i suoni, andandone a scoprire la potenziale musicalità, realizzando tracce audio e docufilm dove il soggetto principale è il suono utilizzato come mezzo per raccontare la storia. Il primo concept è uscito nel 2016 ed è stato realizzato all’interno della fucina museo di Bienno dove ancora oggi forgiano il ferro usando un maglio dell’anno mille, ma perfomance site specific sono state registrate anche presso l’ex centrale termo elettrica di Bergamo o presso la chiesa sconsacrata di San Vittore e i 40 martiri a Milano. Nel 2019 Biesse Group azienda leader della costruzione di macchine tecnologiche per la lavorazione del legno gli commissiona un progetto artistico di ricerca sonora. A Future Visioni presenterà l’Lp uscito per Boring Machines, dal titolo “Il Ciclo Del Vuoto”.
 
La terza performance, giovedì 8 agosto, sarà invece presentata dal producer Persus Nine e dall'artista visuale Loon che a Future Visioni presenteranno il loro progetto A/V "Territoires", un viaggio che porterà il pubblico verso direzioni inaspettate senza rinunciare al piacere di farlo ballare. In un'epoca un cui il concetto di frontiera é fortemente in discussione in tutti gli ambiti, "Territoires" crea ponti tra generi musicali e visuali e allusioni tra gli spazi del nostro immaginario. Il linguaggio musicale proposto dai due artisti sperimenta l'armonica coesistenza di tensioni opposte, come una serie di dicotomie: densità/rarefazione, generazione/registrazione, frammentazione/continuità, organico/sintetico. I visual live tratteggiano un leggero storytelling in un ambiente ibrido, in cui analogico e digitale si somigliano e si confondono: creano drop in zone di comfort, familiarità in ambienti nuovi, suggeriscono senza raccontare perché la storia sia costruita personalmente dagli spettatori.
La storia insegna come le intersezioni tra scienza, tecnologia e arte abbiano portato risultati di altissimo valore culturale. Future Visioni vuole essere uno di questi luoghi. Un laboratorio, in questo caso anche letteralmente a cielo aperto, dove la tecnologia si mette al servizio della cultura, e viceversa, e la visione diventa allora quella anticipazione dell’idea, quella proiezione verso il futuro, il miglioramento.
Il Giardino dell’Eden Future Visioni è reso possibile anche grazie al sostegno tecnico di VCB Securitas, Pax Films e Scena Urbana.

 
INFORMAZIONI
 
Inizio proiezioni ore 21.15.
Inizio performance live del 25 luglio e 1 e 8 agosto ore 21.30.
La biglietteria aprirà alle ore 20.45.
Biglietti per le proiezioni e per le performance live del 25 luglio e 1 e 8 agosto: 6,00 euro intero; 5,00 euro ridotto.
Abbonamento Future Visioni Card: 20 euro per 5 ingressi. Valida ogni sera per tutti gli eventi del cartellone Future Visioni 2019 in programma. E’ possibile sottoscrivere l’abbonamento fino al 21 luglio 2019, inviando una mail a info@nuovoeden.it, oppure personalmente presso il Nuovo Eden, tutti i giorni di apertura della biglietteria. Il 20 e il 21 luglio sarà possibile acquistare la Future Visioni Card direttamente presso la biglietteria del Giardino dell’Eden presso il Castello di Brescia.
La proiezione dei film e le performance live saranno ascoltabili solo in cuffia.

In caso di maltempo le proiezioni (inclusa la proiezione della serata inaugurale del 20/7) verranno spostate al cinema Nuovo Eden in via Nino Bixio 9, Brescia. L’eventuale spostamento verrà comunicato entro le ore 17 del giorno stesso sui canali social della Fondazione Brescia Musei, Nuovo Eden e sul sito del Nuovo Eden.
 
Le performance live del 20 e 25 luglio e 1 e 8 agosto in caso di maltempo saranno annullate poiché l’esperienza è intrinsecabilmente legata alla location. La cancellazione verrà comunicata entro le ore 17 del giorno stesso dell’evento sul sito del Nuovo Eden e sui canali social di Nuovo Eden, Fondazione Brescia Musei e MusicalZOO.
 
Con il biglietto del cinema si ha diritto ad una riduzione del 10% valida su un acquisto presso i food truck della LOCOMOTIVA, la nuova taste-experience di Brescia, presso il piazzale della Locomotiva, Castello di Brescia. Allo stesso modo lo scontrino della consumazione ai food truck dà diritto al biglietto ridotto del cinema e delle performance live.
 
Per conoscere le origini dei sapori, sarà possibile scaricare, con il proprio smartphone, il QR code presente su ciascun prodotto acquistato presso la LOCOMOTIVA grazie all’engineering e alle tecnologie di Antares Vision.
 
Il Giardino dell’Eden c/o Castello di Brescia area “Ex Zoo”
Nuovo Eden, via Nino Bixio, 9 Brescia

 



«  Tutte le news