MENU
 

Menu di sezione

 
Tutte le news
 

Contenuto della pagina

Tutte le news

02/10/2020

[NEW!] RAFFAELLO. CUSTODI DEL MITO IN LOMBARDIA

 

RAFFAELLO. CUSTODI DEL MITO IN LOMBARDIA

Clicca qui se non visualizzi correttamente il contenuto

 
Museo di Santa Giulia (2 ottobre 2020 - 10 gennaio 2021)
Raffaello. L'invenzione del divino pittore presenta una serie di stampe d’après Raffaello realizzate in Italia e in Europa dall’inizio del Cinquecento alla metà dell’Ottocento, insieme a una serie di oggetti d'arte.
 
         

RAFFAELLO. CUSTODI DEL MITO IN LOMBARDIA
Due mostre tra Brescia e Milano, due cataloghi insieme a un palinsesto di appuntamenti, con varie tappe in Lombardia, tra ottobre 2020 e marzo 2021, celebrano Raffaello ponendosi come culmine del cinquecentenario
 
Una volta creato il mito, chi l’ha custodito e tramandato nei secoli? Quando e quali aspetti hanno determinato la nascita della cosiddetta “industria culturale”? Il progetto cerca di dare risposte a queste domande, grazie a una serie di iniziative dedicate al pubblico e al racconto della fama, sempre viva, intorno a Raffaello.
 
Brescia e Milano, con Fondazione Brescia Musei e Castello Sforzesco, offrono il proprio omaggio a Raffaello in occasione del cinquecentenario della morte con due appuntamenti espositivi, a partire da ottobre 2020 fino a marzo 2021, e come capofila di un ricco calendario di eventi condiviso con diverse istituzioni culturali della Lombardia che, a vario titolo, hanno ricoperto nel tempo e ricoprono tuttora il ruolo di custodi del mito di Raffaello.
 
Le mostre e i cataloghi, fortemente incentrati sulla valorizzazione dei patrimoni bresciani e milanesi, indagano, in particolare, la figura di Raffaello tramite due protagonisti della stagione ottocentesca, momento fondamentale per la costruzione del mito del genio urbinate, per la divulgazione del linguaggio e delle invenzioni del maestro e per la cultura lombarda: Paolo Tosio e Giuseppe Bossi.
 
A Brescia, all'interno del Museo di Santa Giulia (2 ottobre 2020 - 10 gennaio 2021), Raffaello. L'invenzione del divino pittore presenta, tra gli altri, una serie di stampe d’après Raffaello realizzate in Italia e in Europa dall’inizio del Cinquecento alla metà dell’Ottocento, insieme a una serie di oggetti d'arte. A Milano, nelle sale del Castello Sforzesco (27 novembre 2020 - 7 marzo 2021) per Giuseppe Bossi e Raffaello al Castello Sforzesco di Milano, in mostra disegni, incisioni e maioliche istoriate tratte da invenzioni dell'Urbinate, oltre a una ricerca particolarmente innovativa indirizzata alla figura di Giuseppe Bossi, collezionista, pittore e disegnatore. 
 
RAFFAELLO. CUSTODI DEL MITO IN LOMBARDIA
L'invenzione del divino pittore
Brescia, Museo di Santa Giulia
2 ottobre 2020 - 10 gennaio 2021
a cura di Roberta D'Adda
www.bresciamusei.com
 
Giuseppe Bossi e Raffaello al Castello Sforzesco di Milano
Milano, Castello Sforzesco
27 novembre 2020 - 7 marzo 2021
a cura di Claudio Salsi
www.milanocastello.it
 
ufficio stampa
adicorbetta
info@adicorbetta.org
t. + 39 02 36594081
Milano
 
 
 
 
 
 
 
 
Partner co-fondatori   Comune di Brescia Fondazione CAB Fondazione ASM Camera di Commercio di Brescia
 
 
Un'iniziativa promossa da   Alleanza Cultura
 
 
Board dei partner istituzionali di Alleanza per la Cultura di Fondazione Brescia Musei

 
 
Club dei donor di Alleanza per la Cultura di Fondazione Brescia Musei
 
 
Main donor

 
 
Donor

 
 
Web powered by Moving



«  Tutte le news

Il museo riapre!
Vieni a Santa Giulia e in Pinacoteca
Prenota la tua visita in totale sicurezza