29 Febbraio 2024 - 19:00 / Sala 2 /

01 Marzo 2024 - 18:30 / Sala 2 /

Un’indagine sull’eredità del PCI e un atto d’amore per il cinema militante, "16 Millimetri alla Rivoluzione" arriva sul grande schermo dopo il plauso ottenuto da pubblico e critica all’ultimo Torino FilmFestival.

Info

Un film di
Giovanni Piperno
Origine
Italia 2023
Durata
67′

PRIMA VISIONE

Cos’ha significato essere comunisti e cosa può ancora significare? Cosa rimane oggi, a più di trent’anni dalla svolta della Bolognina, dell’esperienza di milioni di iscritti al PCI che hanno provato a trasformare sé stessi e il mondo?

È da questi interrogativi che nasce 16 Millimetri alla Rivoluzione, per riportare alla luce pagine preziose del cinema militante italiano, prodotto dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, strumento per rivelare l’oggi attraverso un viaggio nel tempo sapientemente guidato dal regista Giovanni Piperno.

Protagoniste indiscusse della pellicola Luciana Castellina, storica dirigente comunista e fondatrice del Manifesto, e un fiume di immagini prodotte per il Partito Comunista tra gli anni ’50 e gli ’80 da grandi registi italiani.
“Un cinema di tanti per tanti” come dichiara nel film Cesare Zavattini, 16 Millimetri alla Rivoluzione racconta una politica di impegno, solidarietà, confronto tramite il cinema di quella generazione: un cinema libero, sperimentale, empatico e profondamente militante.

Trailer

Fondazione Brescia Musei

Photogallery