27 Ottobre 2020 / 27 Ottobre 2020

In occasione del ritorno a Brescia della Vittoria Alata, l’artista siciliano Emilio Isgrò ha realizzato un’opera site specific che ridisegna la sagoma del capolavoro antico usando le cancellature, tipiche del suo linguaggio espressivo.

Il progetto

Brescia propone un’operazione artistica dal grande valore culturale, in occasione del ritorno della Vittoria Alata, una delle più straordinarie statue in bronzo di epoca romana, dopo due anni di restauro. Si tratta dell’opera che Emilio Isgrò ha pensato per la parete nord della fermata “Stazione FS” della Metropolitana di Brescia, che si pone come nuova porta d’ingresso alla città, simbolo di accoglienza, e che è stata inaugurata martedì 27 ottobre 2020.

L’artista siciliano ha realizzato Incancellabile Vittoria, una monumentale installazione di circa 200 mq, composta da 205 pannelli di fibrocemento fresati. La silhouette della dea romana, tratteggiata di colore rosso e riconoscibile dalle ali e dalla posizione alzata delle braccia, emerge da una più ampia griglia composta da cancellature nere su un brano tratto dall’Eneide di Publio Virgilio Marone, poeta classico che queste zone ha certamente frequentato per essere nato in ambito mantovano, non molto distante da Brescia, e autore del capolavoro letterario che racconta la fondazione di Roma, la sua grandezza e quella del suo impero di cui Brixia (l’antica Brescia) fu una delle città più importanti.

L’opera è stata donata da Emilio Isgrò alla città, andando così ad arricchire il patrimonio artistico di Brescia, in linea con lo sviluppo dei progetti di arte contemporanea gestiti dalla Fondazione Brescia Musei per conto del Comune di Brescia, che hanno visto negli anni una collaborazione importante da parte del Gruppo Brescia Mobilità e della metropolitana.

Tecnologia all’avanguardia

L’opera è stata realizzata utilizzando una tecnologia avanzata a controllo numerico (digitale) progettata da The FabLab, presso il Talent Garden di Milano. Le cancellature sono state operate in profondità, oltre che con livelli differenti rispetto alle lettere del testo, in questo modo è stato ottenuto un effetto di chiaroscuro tipico del bassorilievo scultoreo.

Incancellabile Vittoria diventa così immagine della modernità, tanto quanto lo è la metropolitana di Brescia, costruita seguendo modalità che la pongono all’avanguardia dei trasporti in Europa.

 

Informazioni

Incancellabile Vittoria.
Installazione monumentale di Emilio Isgrò

Brescia, fermata “Stazione FS” della Metropolitana
Viale della Stazione, 36

Dal 27 ottobre 2020