08 Marzo 2022 - 15:00

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Regesta.Exe, Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, centro Diurno Odorici. Si ringrazia Istituto Luce Cinecittà che ha concesso i materiali di repertorio e la proiezione in sala. Alla presenza eccezionale di alcune delle protagoniste del film, che parteciparono alla votazione nel 1946.

Info

Un film di
Silvana Profeta
Origine
Italia 2018
Genere
Documentario
Montaggio a cura di
Milena Fiore
Durata
52′

Senza Rossetto è un film diretto da Silvana Profeta, prodotto da Regesta.exe in collaborazione con la Fondazione Aamod.
Il film nasce da un progetto di Silvana Profeta, antropologa visuale ed Emanuela Mazzina, archivista, responsabile dell’Archivio digitale di Senza Rossetto.
Il progetto raccoglie storie di donne, le une in relazione reciproca e dinamica con le altre, capaci di farsi racconto all’interno di una narrazione non – lineare che procede a ritmi alternati sfruttando contenitori e linguaggi diversi. È frutto di incontri unici e degli sforzi reciproci tra le parti di interrogare, riattivare e ricomporre memorie intime e private, spesso ritenute irrilevanti o inaffidabili ma che, a mio modo di vedere, costituiscono le tracce vive della “grande storia”, che pretende di essere scienza obiettiva e lineare.
Il documentario nasce dall’esigenza di seguire queste tracce e di costruire una trama tessuta con i frammenti ottenuti attraverso il taglio delle testimonianze (operazione affatto neutra, ma che rinvia, quantomeno nelle intenzioni, ad un atto creativo e dialogico) per ricomporli ed innestarli all’interno di una narrazione complessa e polifonica. Una narrazione (che in questo lavoro assumiamo snodarsi intorno agli anni che precedono il 2 giugno del 1946, data che vede le donne italiane acquisire per la prima volta il diritto al voto e divenire soggetto politico) che si alimenta anche d’immagini visive personali e d’archivio, così come di musiche, che fanno da sfondo, in modo onirico ed evocativo, ad un tempo contratto tra passato, presente ed oblio.

Trailer

8 Marzo 2022

La giornata internazionale dei diritti della donna

In occasione della giornata internazionale dei diritti della Donna, è stata preparata un’intera giornata di programmazioni che conferisce voce e porta alla luce le donne che non riescono (o non possono) ad esprimersi.
Senza Rossetto di Silvana Profeta è un progetto che raccoglie storie di donne, ne segue le tracce e costruisce una trama da frammenti di testimonianze, fondendoli in una narrazione complessa.
In anteprima italiana, H24 – 24 ore nella vita di una donna è un manifesto che vuole rendere conto delle donne nella quotidianità. A partire da un’idea di Nathalie Masduraud et di Valérie Urrea, H24 chiarisce le diverse forme d’abuso di cui possono essere vittime le donne a qualsiasi ora del giorno e della notte, attraverso un insieme di 24 cortometraggi tratti da fatti reali.
The Purple Meridians è un progetto promosso da Eurimages, che raccoglie 18 filmmakers, 6 per ogni Paese, che tratta il tema delle difficoltà che le donne affrontano dal punto vista professionale nell’industria cinematografica.