Un film di
Marica Casalinuovo, Francesca Nava, Vichie Chinaglia, Marella Bombini
Genere
Documentario
Durata
52′

FESTIVAL DELLA PACE
Tre donne, tre intellettuali, tre voci che si scagliano contro il muro della censura, della repressione e dell’omertà costruito dal regime di Erdogan, il presidente turco. Una pittrice di origine curda, Zehra Dogan, incarcerata per un dipinto, una scrittrice, Asli Erdogan, incarcerata e accusata di “distruggere l’unità dello Stato” e un medico per i diritti umani, Sebnem Korur Fincanci, accusata di fare propaganda terroristica. Tre storie tenute insieme da una lettera clandestina uscita da un carcere turco, scritta da Zehra Dogan e recapitata alle registe di questo documentario, che attraverso l’animazione grafica hanno dato forma e voce al grido di dolore che accomuna queste donne, che hanno osato appoggiare il vero grande nemico del governo turco: il popolo curdo. Il 24 febbraio 2019 Zehra Doğan è stata scarcerata dopo quasi tre anni di reclusione in condizioni di semi isolamento. Zehra oggi vive a Londra ed espone le sue opere d’arte in tutto il mondo.

Trailer

Photogallery