MENU
 

Menu di sezione

 
Mostre in corso
Arnaldo ritrovato
DADA. La nascita dell'antiarte / Romolo Romani 1884-1916 Sensazioni, figure, simboli
Christo and Jeanne-Claude. Water Projects
Expo 1904. Brescia tra modernità e tradizione
MARC CHAGALL. ANNI RUSSI 1907-1924 Con un racconto per immagini di Dario Fo
ROMA E LE GENTI DEL PO. Un incontro di culture I-III sec. a.C.
CIVICA LIUTERIA BRESCIANA
FRAMES. 20 Fotografi bresciani under 35
GIACOMO CERUTI IL PITOCCHETTO. Storie di ritratti
RINASCIMENTO
CapoLavoro
Ugo Mulas. La fotografia
ANNI SETTANTA E DINTORNI. Appunti di un'Italia da ricordare
Arte degli anni Settanta (e dintorni)
Arte cinetica
Capolavoro. Anteprima
Suggestioni d'Oriente. Opere dalla collezione orientale dei Musei Civici
Stratificazioni - Oki Izumi
Lo Stendardo della Mercanzia restaurato
Giovani talenti conquistano il Castello (II ed.)
Giacomo Bergomi
Il Viaggio dipinto
Marica Fasoli. 2 anime
Fatebenefratelli di Brescia
Novecento Mai Visto


«  Mostre passate
 

Contenuto della pagina

Mostre passate

Expo 1904. Brescia tra modernità e tradizione

 
Expo 1904. Brescia tra modernità e tradizione

Castello, Museo del Risorgimento - Piccolo Miglio
dal 30 maggio al 31 ottobre 2015

PROROGATA SINO AL 15 FEBBRAIO 2016
 

La mostra illustra l’Esposizione che si svolse in Castello a Brescia nel 1904, documentando la commistione tra aperture alla modernità e tributi alla tradizione che caratterizzava il clima culturale e produttivo della città di allora.
 
Nelle sale del Piccolo Miglio, il visitatore ha l’occasione di vedere le fotografie, stampate dalle lastre originali, delle architetture effimere di gusto liberty progettate da Egidio Dabbeni, dei curiosi stand degli espositori e del Castello - che proprio per l’occasione fu acquistato dal Comune e restituito alla cittadinanza.
 
Una delle caratteristiche di maggiore modernità dell’Esposizione è messa in evidenza nella sezione dedicata agli strumenti di comunicazione: manifesti, cartoline, diplomi, medaglie e pubblicazioni e alla larga eco che la manifestazione ebbe sulla stampa. Il dialogo tra modernità e tradizione, caratteristica del clima culturale della Brescia di inizio secolo, emerge con evidenza nella parte conclusiva della mostra, che ospita una selezione delle opere esposte nel 1904 nel padiglione di Arte Moderna e di quelle ospitate nella sezione dell’Arte Sacra presso il Duomo Vecchio.
 
La mostra commemora infine la prima della Madama Butterfly di Giacomo Puccini, la cui prima della nuova versione, dopo l’insuccesso al Teatro alla Scala del 17 febbraio, aprì trionfalmente l’Esposizione al Teatro Grande il 28 maggio 1904.
 
Scarica la scheda di presentazione della mostra


 
Mostra a cura di Roberta D'Adda, Stefano Lusardi, Sergio Onger 
Promossa da Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei – con la Fondazione Ugo Da Como di Lonato del Garda, la Fondazione Negri di Brescia e in collaborazione con la delegazione bresciana del FAI. 

Orari di apertura 
Dal 1 ottobre al 15 giugno
Giovedì e venerdì ore 9.00 - 16.00
Sabato e domenica ore 10.00 - 17.00
Dal 16 giugno al 30 settembre
venerdì, sabato e domenica ore 11.00 - 19.00
Lunedì 1 giugno
Apertura straordinaria dalle 10.00 alle 17.00
  
Biglietteria - (biglietto cumulativo per la mostra, il Museo del Risorgimento e il Museo delle Armi Luigi Marzoli)
€ 5,00 intero; € 4,00 ridotto; € 3,00 scuole; € 4,50 ingresso e attività didattica
 



«  Mostre passate