MENU
 

Menu di sezione

 
Informazioni
Pinacoteca e Donazioni ART BONUS
Catalogo generale
Il progetto scientifico
La scuola bresciana del '500
I capolavori. Raffaello, Angelo
I capolavori. Raffaello, Cristo Redentore benedicente
I capolavori. Raffaello.
Madonna con il Bambino
(Madonna dei garofani)


«  Pinacoteca Tosio Martinengo
 

Contenuto della pagina

Pinacoteca Tosio Martinengo

 
 

NUOVA LUCE PER 11 OPERE DELLA PINACOTECA
GRAZIE ALL’ART BONUS
Il recupero delle opere della nuova Pinacoteca Tosio Martinengo
è stato supportato da mecenati e donatori

 
Gli interventi di restauro di 11 opere collocate nella rinnovata Pinacoteca Tosio Martinengo sono diventati realtà grazie all’insostituibile generosità e al prezioso supporto di donatori – aziende e soggetti privati – che hanno aderito al programma dell’ART BONUS a favore dei beni di interesse artistico e culturale. Attraverso la creazione di un circolo virtuoso tra pubblico e privato, lo strumento dell’ART BONUS (D.L. 31.5.2014, n. 83) prevede benefici fiscali per chi sceglie di effettuare erogazioni liberali destinate a interventi di manutenzione, protezione e restauro dei beni culturali pubblici.
 
Due opere del Moretto – l’Adorazione dei pastori e l’Annunciazione, rispettivamente grazie ad ALMAG S.p.a. e Soroptimist International d’Italia Club di Brescia – e due opere di Ceruti – I calzolai e Donne che lavorano, grazie ancora ad ALMAG S.p.A. e, nel secondo caso, alla Ditta Restauro Dipinti Casella di Alberto Casella & C. s.a.s. – hanno riacquistato il loro fascino originario, così come Sant’Apollonia e Giovanni Battista di Vincenzo Foppa (contribuito di ALMAG S.p.a.). Il Laocoonte scolpito da Luigi Ferrari, la Pastorella che fila di Francesco Londonio e Cristo porta croce e certosino di Andrea Solario (rispettivamente restaurati con il contributo dell’Associazione Ex Dirigenti del Gruppo Banca Lombarda e Piemontese, di Giorgio Costa – Co.Pe Srl e del Gruppo Grazioli) sono ora fruibili nel migliore dei modi, dopo i puntuali interventi realizzati. La Madonna con il Bambino dormiente di Andrea Appiani (restauro sostenuto da moglie e figli per ricordare Gian Maria Bersi) e Il corteggio della regina di Saba di Pietro Marone (restauro eseguito in ricordo di Sandro e Gabre Calvesi) sono dotati di un nuovo splendore grazie all’impegno di alcuni privati, che hanno scelto di contribuire in ricordo dei loro cari. Anche la soasa lignea policroma e dorata Bottega di S. Lamberti è tornata a contenere in tutta la sua bellezza la Pala d’Altare di Moretto raffigurante La Pentecoste (grazie al contributo del Consiglio notarile di Brescia).
 
Inoltre, i fondi raccolti con la campagna Donate - Per una Nuova Pinacoteca hanno consentito la manutenzione delle cornici di alcune Pale di Romanino e Moretto e il restauro del basamento della scultura di Antonio Canova raffigurante Eleonora d’Este disegnato da Rodolfo Vantini.
 
Da menzionare anche le opere in deposito presso la Pinacoteca: Madonna col bambino e San Rocco del Moretto e Riposo durante la fuga in Egitto di Savoldo (UBI), Madonna con bambino e donatore di Paroto (Fondazione Cab), il Ritratto equestre di Pietro Ricchi (Associazione Amici dei Musei), la Pala dei mercanti di Vincenzo Foppa (Camera di Commercio) e il Flautista di Savoldo (Unicredit).
Cogliamo dunque l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno “donato bellezza”, offrendo un importante contributo per la conservazione e per la futura fruizione da parte di tutto il pubblico - cittadini e turisti - delle opere della rinnovata Pinacoteca Tosio Martinengo.
 
 
 



«  Pinacoteca Tosio Martinengo