MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 06/02/2018

UNA SETTIMANA D'IMPERDIBILI APPUNTAMENTI 


Anche questa settimana la proposta culturale è ricchissima di appuntamenti d’arte e approfondimenti, dedicati al pubblico adulto e ai bambini, all’insegna di un'offerta culturale sempre più variegata.

L’appuntamento del giovedì sera si triplica per i visitatori: ultime due settimane per la mostra che celebra, la Beat Generation: Life: Lawrence Ferlinghetti. Ribellione. Poesia, l’appuntamento con le speciali visite guidate  è in Santa Giuliaalle ore 20:00 mentre si propone un divertente itinerario, nella sezione archeologica: Acconciati per le feste che illustra le cure del viso e del corpo di uomini e donne in epoca romana. L’appuntamento con l’approfondimento continua sempre giovedì 8 febbraio alleore 18:00 con il ciclo di incontri Aspettando la Pinacoteca, Gli uomini e le donne che fecero l’Impresa, nel quale indagheremo l’importante figura di Bruno Passamani. Ricchissimo il calendario degli appuntamenti proposto per  domenica 11 febbraio, alle ore 10:00 proseguono i Curators Talk, Colazioni ad Arte, il ciclo di incontri, sold out la scorsa settimana, che indagano e dialogano con i curatori delle mostre più importanti vicine a Brescia: questa settimana incontreremo Valerio Terraroli e parleremo della mostra Realismo magico allestita al Mart di Rovereto. Torna l’atteso appuntamento con l’Opera del Mese alle ore 15:30 esempre la domenica pomeriggio è On the road again! alle ore 15:30 con le consuete passeggiate domenicali  dedicate alla mostra di Mimmo Paladino.
 Il museo alle ore 15:00 diviene sempre più accessibile con la visita in LIS.

Inoltre, in occasione del Festival CIDNEON, il Museo delle Armi "Luigi Marzoli" dal 10 al 17 febbraio sarà aperto esclusivamente dalle 18:00 alle 24:00 con INGRESSO GRATUITO.

Al Nuovo Eden la programmazione della settimana è sempre più ricca e diversificata: mercoledì 7 ore 17:00 e ore 21:00 Poesia senza fine, evento speciale dopo il sold out della prima proiezione. Giovedì 8 febbraio alle ore 20:45 il primo appuntamento con la rassegna Cinema e Dio in collaborazione con la Diocesi di Brescia la proiezione di Barbiana65. Secondo appuntamento venerdì 9 alle ore 21:00 con Visioni Notturne-Horror Stories. Da segnare in agenda per la prossima settimana l’appuntamento di lunedì 12 alle ore 17:00 e alle ore 21:00 con l’evento speciale My generation e martedì 13 alle ore 20:45 il secondo appuntamento con la rassegna Cinema e Dio, con Il venditore di Miracoli.

 

LE INZIATIVE AI MUSEI

 

CICLO DI INCONTRI ASPETTANDO LA PINACOTECA. 
GLI UOMINI E LE DONNE CHE FECERO L’IMPRESA.
Elena Lucchesi Ragni, La figura di Bruno Passamani
Giovedì 8 febbraio, ore 18.00
White room- Museo di Santa Giulia
 
Nell’attesa della riapertura della Pinacoteca Tosio Martinengo, continua il ciclo di incontri dedicato alle figure (donatori, direttori, studiosi) che hanno contribuito a realizzare e a far crescere la prestigiosa istituzione cittadina.  Il penultimo incontro ad ingresso libero si terrà giovedì 8 febbraio, ore 18.00, presso la white room del Museo di Santa Giulia.
 
 
 
 
 
 
 
IL GIOVEDI’ AL MUSEO. DI SERA SI FA IN DUE!
Giovedì 8 febbraio, ore 20.00 - Museo Santa Giulia
Proseguono le nuove e sorprendenti opportunità 
per vivere il Museo di sera con un doppio appuntamento
 
Museo di Santa Giulia 
SPECIALI VISITE GUIDATE ALLA MOSTRA 
A LIFE: LAWRENCE FERLINGHETTI. 
BEAT GENERATION, RIBELLIONE, POESIA
 
 
Continuano gli appuntamenti del giovedì sera dedicati alla grande mostra A Life: Lawrence Ferlinghetti. Beat Generation, ribellione, poesia. Le visite divengono occasione per ripercorrere la storia di quegli anni, rievocandone l’atmosfera e sollecitando al tempo stesso riflessioni sui cambiamenti che hanno determinato le forme contemporanee della società. 
 
L’appuntamento è presso la biglietteria del Museo di Santa Giulia alle ore 20.00
Biglietti € 5.50 ridotto -  € 3 dai 6 ai 13 anni; servizio guida € 4 a persona
Prenotazione è obbligatoria presso il CUP  030.2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com
 
 
 
 
 
Continuano gli appuntamenti del giovedì sera dedicati al pubblico adulto. 
Questa settimana viene proposto il laboratorio
ACCONCIATI PER LE FESTE
Museo di Santa Giulia
 
 
Un divertente itinerario nella sezione archeologica illustra le cure del viso e del corpo e i trucchi, praticati sia dalle donne che dagli uomini in epoca romana e si arricchisce con la lettura di ricette tratte da fonti antiche. Alcune ricette che utilizzano materiali ed ingredienti ancora oggi reperibili, saranno realizzate in una “attraente” sperimentazione.  
 
 
 
 
 
 
DOMENICA 11 FEBBRAIO
 
 
 
CURATORS TALK
COLAZIONI AD ARTE
Domenica 11 febbraio, ore 10.00
Auditorium del Museo di Santa Giulia
Ingresso libero 
 
 
Continua l’impegno di Fondazione Brescia Musei per istaurare nuove sinergie con realtà del territorio o al di fuori di esso. In quest’ottica di collaborazione si propone un nuovo stimolante ciclo di incontri volto a far conoscere le mostre che è possibile visitare, entro la prima metà del 2018, in alcune delle città più importanti vicine a Brescia: Venezia, Rovereto, Bergamo e Milano.
A raccontare le mostre saranno i curatori: una preziosa occasione per la cittadinanza che potrà vivere un viaggio alla scoperta di mostre importanti, conoscerne le idee, gli aspetti progettuali e i backstage.
 
Questa settimana l’incontro si terrà alle ore 10.30 eccezionalmente presso l’Auditorium del Museo di Santa Giulia in via Piamarta 4. 
L’ingresso è libero, fino a esaurimento posti.
L’intervento sarà preceduto, alle ore 10.00, da una piccola colazione (succhi di frutta e dolcetti) che verrà offerta ai partecipanti.
 
 
 
 
 

REALISMO MAGICO. 
L’INCANTO NELLA PITTURA ITALIANA DEGLI ANNI VENTI E TRENTA
MART, ROVERETO
3 dicembre 2017 - 02 aprile 2018
Valerio Terraroli
 
Prosegue al Mart di Rovereto la stagione delle grandi mostre dedicate all'arte italiana del primo Novecento. La grande mostra della stagione invernale ripercorre le vicende del Realismo Magico in Italia attraverso una selezione di capolavori pittorici provenienti da importanti collezioni pubbliche e private. Coniata dal critico Franz Roh, la definizione Realismo Magico descrive una stagione artistica internazionale che ha conosciuto la sua fase più creativa e originale tra gli anni Venti e gli anni Trenta del Novecento. 
La rappresentazione oggettiva che il termine “realismo” evidenzia si accompagna, in questa espressione, a un aggettivo che evoca le atmosfere sospese e surreali caratteristiche di questa corrente. La realtà è infatti punto di partenza di una trasfigurazione che passa attraverso l’immaginazione e la meraviglia, messa in atto da un gruppo di artisti tra cui spiccano Cagnaccio di San Pietro, Felice Casorati, Antonio Donghi, Achille Funi, Carlo Levi e Ubaldo Oppi.
 
 
 
 
 
Domenica 11 febbraio, ore 15.30
Torna L'OPERA DEL MESE:
Maestro del Castello a Tre Torri
CORSALETTO DA BARRIERA
1590 circa
dal Museo delle Armi Luigi Marzoli
 
Introduce  Marco Merlo, conservatore Fondazione Brescia Musei
Eccezionalmente si terrà presso l'Auditorium del Museo di Santa Giulia,  via Piamarta 4
Ingresso libero (fino ad esaurimento posti) 
 
Il presente corsaletto, che veniva utilizzato nei combattimenti del torneo detto “alla barriera”, è di particolare rilevanza perché reca sullo scollo il marchio del Maestro del Castello a Tre Torri, armaiolo probabilmente di origine milanese, che ha marcato la più ampia produzione armiera della fine del Cinquecento. L’artista è rimasto anonimo. Sappiamo tuttavia che lavorava spesso per i duchi di Savoia e infatti, anche questo esemplare, reca il celebre nodo, simbolo della casata. Si presume quindi che il corsaletto sia stato commissionato da Carlo Emanuele I o da uno dei suoi figli. Questa tesi è avvalorata dalle fonti scritte che ricordano il particolare apprezzamento dei Savoia per il torneo alla barriera.
 
 
 
 
 
Brixia. Parco archeologico di Brescia romana e Museo di Santa Giulia
PROMENADE.  
PASSEGGIATE TRA PRESENTE E PASSATO
Visite speciali dedicate alla straordinaria mostra di Mimmo Paladino
Domenica 11 febbraio, ore 15.30
 
 
Continuano la domenica pomeriggio le passeggiate a ritroso nel tempo, da Brescia a Brixia, dedicate alla straordinaria mostra di Mimmo Paladino, che conducono i visitatori, attraverso un eccezionale percorso d’artista, dal Parco Archeologico al Museo di Santa Giulia. 
 
L’appuntamento è presso la biglietteria del Parco archeologico alle ore 15.30
Biglietti € 10 ridotto -  € 6 dai 6 ai 13 anni; servizio guida € 4 a persona
La prenotazione è obbligatoria presso il CUP 030.2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com
(La visita verrà attivata al raggiungimento di minimo 8 partecipanti).
 
 
 
 
 

A PORTE APERTE. Il Museo accessibile
VISITA IN LIS
Museo di Santa Giulia, ore 15.00
 
 
 
L’itinerario è parte del progetto A porte aperte. Il Museo accessibile, che comprende i servizi permanenti dedicati a tutte le persone con disabilità motoria, sensoriale o cognitiva e a tutti coloro che, per motivi culturali, non hanno l’abitudine a frequentare il museo. Le visite tematiche, che sono dedicate a gruppi di persone sorde e sordomute, vengono condotte nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) da un informatore sordo con funzioni di mediazione e specificamente formato sul patrimonio museale bresciano.
 L’ingresso al museo è gratuito mentre il servizio di guida ha un costo agevolato € 3,00 cad.
Prenotazioni presso il CUP Museo di Santa Giulia 030.2977833-834, santagiulia@bresciamusei.com
Appuntamento alle ore 15.00 presso la biglietteria del Museo di Santa Giulia.
Biglietti: l’ingresso al Museo è gratuito. Il servizio di guida ha un costo agevolato di € 3.00 cad.
Prenotazione obbligatoria CUP 030/2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com
 
 
 

LE INIZIATIVE SPECIALI AL NUOVO EDEN


 


Mercoledì 7 febbraio, Ore 17 e ore 21
EVENTO SPECIALE – Dopo il sold out della prima proiezione
POESIA SENZA FINE di Alejandro Jodorowsky. Con Brontis Jodorowsky, Adan Jodorowsky, Pamela Flores, Jeremias Herskovits, Kaori Ito. Biografico, 128'
 
A 87 anni Alejandro Jodorowsky, scrittore, fumettista e regista di classici come El Topo e La Montagna Sacra, ci regala un film meraviglioso pieno di vita ed emozioni. Poesia senza fine è il secondo capitolo autobiografico dell’artista di origini cilene e comincia proprio dove si interrompe La danza della realtà, cronaca dell’infanzia cilena dell’autore. Nel fermento della capitale cilena degli anni Quaranta e Cinquanta, Alejandrito Jodorowsky, ventenne, decide di diventare poeta contro la volontà della famiglia. Immerso nel mondo artistico e bohémien dell’epoca, fa la conoscenza di Enrique Lihn, Stella Diaz, Nicanor Parra e molti altri giovani scrittori che diventeranno maestri della letteratura moderna sudamericana. Circondato da quest’universo di intellettuali e sperimentazione poetica, vivrà una vita come pochi hanno osato vivere: sensualmente, autenticamente, liberamente, follemente.
 
Poesia senza fine è un’ode alla vita e all’amore che fa ridere e piangere. Sesso, amore, amicizia, passione, famiglia, religione, morte, tutto quello che fa una vita, si ritrova raccontato da Jodorowsky con quel suo linguaggio surreale e psichedelico che da sempre ci incanta e ipnotizza. Una vena ironica e divertente serpeggia nel film che, sovraccarico di sentimento e lirica, riesce a tenere viva l’attenzione dello spettatore regalando momenti di puro cinema.
Biglietto unico: 5 euro
 
 
 
 
 

Giovedì 8 febbraio, ore 20,45
Primo appuntamento con la rassegna IL CINEMA E DIO, in collaborazione con l’Ufficio Vita Consacrata della Diocesi di Brescia
BARBIANA’65 di Alessandro D’Alessandro. Documentario. 94’.
 
 
Un documentario su don Lorenzo e i suoi ragazzi di Barbiana, che nasce dal recupero del materiale girato da Angelo D’Alessandro nel dicembre 1965 a Barbiana, ritrovato dal figlio Alessandro dopo la morte del padre. È l'unico documento esistente con don Milani in scena. È lo stesso don Lorenzo che narra, che parla, che spiega. Il regista D’Alessandro, l'unico a cui Don Milani concesse di effettuare delle riprese della vita nella sua scuola per lasciare un documento ai suoi ragazzi, era salito a Barbiana per un'inchiesta sull'obiezione di coscienza a cui si era aggiunta la voce di Don Lorenzo. Il filmato originale dell'epoca mostra alcuni momenti e aspetti fondamentali della Scuola di Barbiana: la scrittura collettiva, la lettura dei giornali, i ragazzi più grandi che insegnano a quelli più piccoli. Ma c'è anche il lavoro manuale svolto dai ragazzi (o la loro partecipazione alla Messa, in cui vediamo Don Milani sull'altare celebrare ma solo "per finta", per la macchina da presa, dopo una scelta consapevole e condivisa con il regista). Intorno a queste immagini del 1965 si sviluppa il racconto con le testimonianze di Adele Corradi, l'insegnante che ha vissuto l’esperienza di Barbiana con Don Lorenzo, di Beniamino Deidda, ex Procuratore Generale di Firenze che dopo la morte di Don Lorenzo ha continuato a insegnare ai ragazzi della scuola di Barbiana, e Don Luigi Ciotti. Scuola, Costituzione e Vangelo sono i tre pilastri su cui si sviluppa il pensiero milaniano, che trova il suo culmine nella lettura che Don Lorenzo fa davanti alla macchina da presa della sua Lettera ai Giudici, il testo scritto per difendersi dalle accuse di Apologia di reato nel processo che lo attende a Roma. Il filmato restituisce dunque con grande forza la voce e limmagine di un uomo che oggi più che mai ripropone con forza il tema della coscienza e dell’obbedienza, della giustizia e della solidarietà, della scuola che deve permettere a tutti di diventare sovrani di se stessi.
 
Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili. Non è possibile la prenotazione.
 
 
 
 
 
Venerdì 9 febbraio, ore 21
VISIONI NOTTURNE – HORROR STORIES
SCAPPA - GET OUT di Jordan Peele. Con Daniel Kaluuya, Allison Williams, Bradley Whitford. Usa, 2017. Horror. 103’.
 
 
Secondo appuntamento con VISIONI NOTTURNE – HORROR STORIES. In collaborazione con la rivista settimanale di cinema, televisione, musica e spettacolo Film Tv (in edicola ogni martedì, https://filmtv.press/).
 
Un giovane afro-americano va in visita dalla famiglia della sua fidanzata bianca. Un tranquillo week-end si trasforma in un incubo e la mente del giovane comincia a vacillare a causa di strane visioni…
 
«[…] Get Out afferma che l’idea di una convivenza fra bianchi e neri è impossibile nel contesto dell’economia di mercato americana. La povertà dei “neri” è la chiave del privilegio bianco. Motivo per cui agli afroamericani non resta che scappare […]». Giona A. Nazzaro – Film Tv
 
Commento del film a cura di Alice Cucchetti (redattrice di Film Tv).
 
 

ANTICIPAZIONE DELLA PROSSIMA SETTIMANA

 
Lunedì 12 febbraio, ore 17 e ore 21
EVENTO SPECIALE
MY GENERATION. Un viaggio nella mitica swinging London. di David Batty. Con Michael Caine, Joan Collins, Paul McCartney, Twiggy, Roger Daltrey, Lulu. Documentario,85’.
 
Michael Caine, icona del cinema britannico, interpreta ed è il narratore di My Generation, la storia vivida e stimolante del suo percorso nella Londra degli anni sessanta. Basato su racconti personali e su splendide riprese d'archivio, questo documentario vede Caine viaggiare nel tempo e dialogare con i Beatles, Twiggy, David Bailey, Mary Quant, i Rolling Stones, David Hockney e altre celebrità. Il film è stato meticolosamente assemblato negli ultimi sei anni e racconta la nascita della cultura pop a Londra attraverso gli occhi del giovane Michael Caine: "Per la prima volta nella storia, i giovani della classe operaia lottavano per se stessi e dicevano: siamo qui, questa società è anche nostra e non vogliamo andarcene!". My Generation integra l'audio delle conversazioni di Caine con le altre celebrità con materiale inedito d'archivio per riportare il pubblico nel cuore degli anni sessanta. In una struggente sequenza, vediamo Caine guidare nella Piccadilly Circus di oggi in sovrapposizione a riprese originali degli anni sessanta, a creare un singolare effetto di viaggio nel tempo.
 
 
 
 
 
Martedì 13 febbraio, ore 20,45
Secondo appuntamento con la rassegna IL CINEMA E DIO, in collaborazione con l’Ufficio Vita Consacrata della Diocesi di Brescia
IL VENDITORE DI MIRACOLI di Boleslaw Pawica. Drammatico. Polonia, Svizzera 2009. 106’.
 
Stefan è in pellegrinaggio verso il santuario di Lourdes. Hasim e Urika, due piccoli rifugiati ceceni, hanno attraversato il confine russo-polacco illegalmente. Quando capiscono che Stefan sta partendo, si nascondono nella sua auto, nella speranza di arrivare fino in Francia e ricongiugersi al loro padre. Ciò che accade in questo viaggio tra Stefan e i bambini porterà trasformazioni durature nelle loro vite.
 
Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili. Non è possibile la prenotazione.


 
 

 
 
 
 

«  Archivio newsletter