MENU
 

Menu di sezione

 
 

Contenuto della pagina

Archivio newsletter

Newsletter

 
Newsletter del 09/12/2019

AI MUSEI LA PRIMA EDIZIONE DI MUSEI IN CHORO E TANTE ATTIVITA’ IN ATTESA DELLE FESTIVITA’ NATALIZIE


La prima edizione di Musei in Choro; le attività dedicate alla mostra di Zehra Doğan; Incroci; PTM Andata e ritorno in Pinacoteca; le speciali iniziative al Nuovo Eden

 

Domenica 15 dicembre le sale più suggestive del Museo di Santa Giulia e della Pinacoteca Tosio Martinengo accoglieranno la prima edizione di Musei in Choro, rassegna di musica che vedrà ben 12 cori aderenti all’USCI, esibirsi e alternarsi in una non stop, dalle 10.30 del mattino fino alla chiusura dei musei.La musica proposta varierà da coro a coro: si avrà quindi occasione di ascoltare musica medievale, popolare, gospel fino a quella più contemporanea. L’ingresso alla manifestazione è compreso nel biglietto del museo, che eccezionalmente per tutta la giornata sarà ridotto!

Sempre domenica alle 15.00 un nuovo appuntamento con gli speciali itinerari in lingua di Incroci, visita nella lingua polacca al Museo di Santa Giulia.

Continuano gli appuntamenti, per adulti e famiglie, dedicati alla mostra Avremo anche giorni migliori. Zehra Doğan. Opere dalle carceri turche: sabato 14 dicembre ore 16.00 IN UNA MACCHIA… IL MONDO, laboratorio per famiglie con bambini dai 5 gli 8 anni, la macchia non come sporcatura ma come via d’accesso all’immagine, strada misteriosa nella quale incontrare figure sorprendenti e inattese. Domenica 15 dicembre ore 10 -13 e 14 -16 il workshop CUCIRE PAROLE condotto da Cristina Mencarelli in omaggio all’artista curda: scrivere ricamando per raccontare e raccontarsi, per usare la potenza della parola attraverso un’arte antica e ancestrale. Non è necessaria nessuna conoscenza pregressa basta portare libertà interiore e il desiderio del fare! (con prenotazione al CUP).

Arricchiscono il programma di attività le imperdibili visite guidate alla mostra: giovedì 12 e 19 dicembre ore 16.00; domenica 15 dicembre ore 10.30 visita guidata dedicata ai tesserati di Abbonamento Musei Milano Lombardia (con prenotazione al CUP).

Infine, PTM andata e ritorno offre la possibilità al pubblico di poterammirare due splendide opere: la statua di Giovanni Franceschetti Carolina Lera Brozzoni in veste di Flora fino al 24 febbraio 2020, mentre ultima settimana per potere ammirare l’opera di Luigi Basiletti, Niobe, fino al 15 dicembre 2019 (ingresso con il biglietto della Pinacoteca).

Mercoledì 11 dicembre ore 10 in programma al Nuovo Eden ci sarà Selfie di famiglia di Lisa Azuelos, l’ultimo incontro prima di Natale, con una commedia delicata, divertente e commovente, del progetto al cinema con il bebè. Il film sarà in programma anche lunedì 16 e martedì 17 alle ore 15 per la rassegna Il cinema delle 15.

Mercoledì 11 ore 21 e giovedì 12 dicembre ore 18 torna sul grande schermo del Nuovo eden, restaurato dalla Cineteca di Bologna ed in versione originale sottotitolato in italiano, per Il Cinema Ritrovato, il capolavoro tra i capolavori del maestro del brivido, Alfred Hitchcock: Vertigo – la donna che visse due volte.

Venerdì 13 dicembre ore 21.15 terzo appuntamento con la rassegna del Nuovo Eden dedicata agli amanti del genere horror, Visioni Notturne, con il film di Roberto De Feo The nest – il nido, commentata in sala da Camillo Scaglia e Simone Cavagnini, redattori di Celluloide, il programma dedicato al cinema di Radio Onda d’Urto.

Martedì 17 dicembre alle ore 21, in prima visione, una serata dedicata a Il Varco, il film di Federico Ferrone e Michele Manzolini presentato a Venezia76. Per l’occasione sarà presente in sala il regista Ferrone insieme a Matteo Asti, docente di cinema dell’Accademia di Belle Arti di Santa Giulia.

 

bresciamusei.com

nuovoeden.it


LE INIZIATIVE AI MUSEI

 
Domenica 15 dicembre, dalle ore 10.30
MUSEI IN CHORO. Rassegna corale dei cori aderenti all’USCI – delegazione di Brescia
Museo di Santa Giulia e Pinacoteca Tosio Martinengo
 
    
 
Domenica 15 dicembre nelle sale più suggestive del Museo di Santa Giulia e della Pinacoteca Tosio Martinengo si terrà una festa unica e speciale: la prima edizione di Musei in Choro, rassegna di musica che, sotto la direzione artistica di Ruggero Del Silenzio, vedrà ben 12 cori aderenti all’USCI (Unione Società Corali Italiane) - Delegazione di Brescia, con ben 302 componenti, esibirsi e alternarsi per una giornata intera, dalle 10.30 del mattino fino alla chiusura dei musei. Un concerto diffuso, un viaggio emozionante dentro la musica, che sarà l’occasione per tutti non solo di ascoltare, ma anche di vivere il museo in modo nuovoinconsueto e coinvolgente.
 
La musica proposta varierà da coro a coro: si avrà quindi occasione di ascoltare musica medievale, popolare, gospel fino a quella più contemporanea. I 12 cori si esibiranno al Museo di Santa Giulia nel suggestivo Coro delle Monache, negli ambienti delle antiche cantine del monastero, nelle Domus dell’Ortaglia e nella Chiesa di Santa Maria in Solario, mentre in Pinacoteca nel salone dedicato alle grandi pale di Romanino e Moretto e nella sala affrescata del piano terra ora adibita a sala conferenze.
 
I cori che hanno aderito all’iniziativa, e che saranno di composizione sia maschili che femminili che misti, oltre ai due cori Gospel che si esibiranno in Pinacoteca, provengono da tutta la provincia: Coro polifonico “Le voci di Zefiro” diretto da Luca Campanale; coro “Sotto la Torre” diretto da Claudio Bertolini; coro femminile “Controcanto” e Corale “Alabarè” diretti da Leonarda De Ninis; coro “Le rocce roche” diretto da Gianbattista Tura; Coro della Montagna “Inzino” diretto da Narciso Ancelotti; Coro “Good Job Choir” e il Coro “One soul project” diretti da Elisa Rovida; Coro “Prealpi” diretto da Paolo Tosoni; Coro “la Valle” diretto da Massimiliano Sanca; Gruppo vocale “Cantores Silentii” diretto da Ruggero Del Silenzio; Corale “Gennanates” diretta da Angelo Belleri.
 
 
L’ingresso alla manifestazione è compreso nel biglietto del museo, che eccezionalmente per tutta la giornata sarà ridotto (Museo di Santa Giulia € 7,50; Pinacoteca Tosio Martinengo € 6).
 
 
 
Domenica 15 dicembre, ore 15.00
INCROCI. Visita in lingua polacca
Museo di Santa Giulia
 
Nuovo appuntamento con le speciali visite in lingua di Incroci, il servizio museale declinato in percorsi rivolti alle comunità provenienti da altre culture, condotto da operatori e mediatori culturali in lingue differenti.
 
Appuntamento alle ore 15.00 presso la biglietteria del Museo di Santa Giulia
Costo: L’ingresso al Museo è gratuito. Il servizio di guida ha un costo agevolato di € 3,50 cad.
Prenotazione obbligatoria: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
 
 
 
PTM A/R. Luigi Basiletti Niobe. Dal disegno alla tela  
Giovanni Franceschetti Carolina Lera Brozzoni in veste di Flora
Pinacoteca Tosio Martinengo
 
PTM Andata e Ritorno è il progetto della Fondazione Brescia Musei che trasforma le “partenze” collegate alle richieste di prestito in “arrivi” di opere ospiti: un’occasione per accogliere nelle sale della nuova Pinacoteca capolavori che dialoghino con la collezione permanente. Protagoniste due opere delle collezioni civiche: la statua di Giovanni Franceschetti, Carolina Lera Brozzoni in veste di Flora e l’opera di Luigi Basiletti, Niobe, che è posta in relazione con quattro disegni preparatori a essa collegati.
Il pubblico può ammirare la statua di Franceschetti Carolina Lera Brozzoni in veste di Flora fino al 24 febbraio 2020. 
Ultima settimana per potere ammirare l’opera di Luigi Basiletti, Niobe, fino al 15 dicembre 2019. 
 
Ingresso con il biglietto del percorso permanente della Pinacoteca.
 
 

SPECIALE MOSTRA

 
AVREMO ANCHE GIORNI MIGLIORI. 
ZEHRA DOĞAN. OPERE DALLE CARCERI TURCHE
Museo di Santa Giulia
Prorogata fino al 1 marzo 2020
 
             
 
Per la prima volta la potenza iconica del lavoro dell’artista e attivista curda Zehra Doǧan irrompe in Italia, nella mostra allestita nel Museo di Santa Giulia.
L’arte di questa artista si interseca e intreccia con la vicenda personale e, inevitabilmente, con i drammatici eventi politici della più stringente attualità. La mostra fa luce sulla sua poetica, affrontandone le tematiche e i motivi ricorrenti, evidenziandone la complessità linguistica e mostrando l’ampia gamma di supporti e tecniche utilizzate per produrre opere d’arte: oggetti inconsueti, estremamente fragili, ma di grande potenza espressiva.
 
Prossimi appuntamenti in programma:
 
Giovedì 12 dicembre, ore 16.00
Giovedì 19 dicembre, ore 16.00
Visite guidate alla mostra
La visita permette di conoscere l’artista attraverso 60 opere tra disegni, dipinti, tecniche miste, realizzati durante la sua reclusione nel carcere di Tarso. Opere realizzate sotto durissime condizioni ed eseguite con materiali di riuso. Tutto per lasciare una traccia, per raccontare nell'unico modo possibile, la propria vicenda e quella del suo popolo.
 
Durata: visita h 1 
Costo: biglietto d’ingresso ridotto+ € 4 di contributo per l’attività
Prenotazione: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
(Tutte le attività verranno attivate con un minimo di 10 partecipanti)
 
 
 
Domenica 15 dicembre, ore 10.30
Visita guidata alla mostra dedicata agli abbonati di Abbonamento Musei Lombardia
 
Fondazione Brescia Musei in collaborazione con Abbonamento Musei Milano Lombardia propone ai tesserati una coinvolgente visita guidata alla mostra. In caso di disponibilità di posti, possono partecipare anche i non abbonati.
 
Costo: biglietto d’ingresso ridotto (libero con Abbonamento Musei) + € 4 di contributo per l’attività.
Prenotazione obbligatoria: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
 
Le visite guidate alla mostra si tengono ogni giovedì ore 16.00 e ogni domenica ore 10.30.
 
 
 
Sabato 14 dicembre, ore 16.00
IN UNA MACCHIA… IL MONDO 
laboratorio per famiglie con bambini dai 5 gli 8 anni 
 
Il laboratorio affronta una delle tecniche con le quali Zhera Doǧan si è confrontata durante il periodo di reclusione a Tarso: senza mezzi tradizionali per dipingere è riuscita a dare vita ad opere sorprendenti che partivano dalle emozioni forti e confuse che stava provando, alle quali ha cercato di dare ordine e forma. La macchia non come sporcatura ma come via d’accesso all’immagine, strada misteriosa nella quale incontrare figure sorprendenti e inattese.
 
Durata: ore 1,30
Costo: biglietto d’ingresso ridotto + € 4 di contributo per l’attività
Prenotazione obbligatoria: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
 
I laboratori per adulti e famiglie si tengono ogni sabato ore 16.00.  
 
 
 
Domenica 15 dicembre, ore 10 -13 e 14 -16 
CUCIRE PAROLE 
Workshop con Cristina Mencarelli (Servizi educativi di FBM)
 
In omaggio all’artista curda Zehra Doğan, un workshop che unisce il gesto artistico al potere evocatore della parola. 
Un gesto antico e universale. Tradizione e trasmissione da madre a figlia, nel silenzio, nella preghiera o nel canto: il ricamo.
Fiori, simboli, iniziali, ornamenti tradizionali che nel linguaggio contemporaneo assumono altri codici comunicativi; scrivere ricamando per raccontare e raccontarsi, per usare la potenza della parola attraverso un’arte antica, ancestrale.
 
Non è necessaria nessuna conoscenza pregressa basta portare libertà interiore e il desiderio del fare!
 
Durata: ore 5 
Costo: € 45
Prenotazione obbligatoria: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
 
Tutte le attività verranno attivate con un minimo di 10 partecipanti.
 
 

ANTICIPAZIONI

 
Sabato 21 dicembre, ore 16.00
LA FORZA DEI COLORI 
Laboratorio per adulti
 
Nel lavoro di Zehra Doǧan i colori non sono casuali o semplicemente ben abbinati tra loro, ma si rifanno all’uso che da secoli se ne fa nella moltitudine di rituali, credenze e tradizioni curde. Un manto nero tuttavia è sceso su di essi, un manto scuro e fragile assieme: basta un poco di impegno per consumarlo e far tornare a splendere la forza dei colori. Un laboratorio intimo, carico di simboli per sentire e ragionare sulla libertà.
 
Durata: ore 1,30
Costo: biglietto d’ingresso ridotto + € 4 di contributo per l’attività
Prenotazione obbligatoria: CUP 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
 

LE INIZIATIVE SPECIALI AL NUOVO EDEN

 
Mercoledì 11 dicembre, ore 10
Selfie di famiglia
di Lisa Azuelos. Con Sandrine Kiberlain, Thaïs Alessandrin, Victor Belmondo. Commedia. Francia, 2019, 87’
 
Ultimo incontro prima di Natale al cinema con il bebè con una commedia delicata, divertente e commovente, in cui protagonista è Héloise, una super-mamma single, con tre figli, un ristorante da mandare avanti e qualche amante. Ma il vero protagonista della storia è il passare del tempo e soprattutto quel sentimento ambivalente che prova ogni madre nei confronti di un figlio che cresce: in bilico tra il desiderio egoistico di tenerlo per sempre con sé e quello di lasciarlo andare via.
Al termine del film si terrà un incontro sul tema del perineo, condotto dall’ostetrica Giada Bianchi del Consultorio Crescereinsieme
 
Biglietti: 6,00 euro intero, 5,00 euro ridotto, 4,00 euro mercoledì e gratuito per i possessori del passaporto culturale.
Il film sarà in programma anche lunedì 16 e martedì 17 alle ore 15 per la rassegna Il cinema delle 15
 
 
Mercoledì 11 dicembre, ore 21
Vertigo – la donna che visse due volte
di Alfred Hitchcock. Con Kim Novak, James Stewart, Tom Helmore. Giallo. USA, 1958, 128'
 
Un investigatore che soffre di vertigini sorveglia la moglie di un amico e se ne innamora perdutamente, finchè lei si butta da un campanile e, dopo qualche tempo lui incontra la sua sosia… La più bella, crudele, perversa love story di Hitchcock, capolavoro tra i capolavori del maestro del brivido degli anni Cinquanta, di tutti il più esistenziale. Di nuovo, restaurato, sul grande schermo, per Il Cinema Ritrovato.
Il film sarà in programma anche giovedì 12 dicembre alle 18.
 
Biglietti: 6,00 euro intero; 5,00 euro ridotto.
 
 
Venerdì 13 dicembre, ore 21.15
The nest – il nido
di Roberto De Feo. Con Francesca Cavallin, Justin Korovkin, Ginevra Francesconi. Drammatico. Italia, 2019, 103'
Terzo appuntamento per Visioni Notturne, i venerdì ad alata tensione del Nuovo Eden.
 
Un ragazzo paraplegico vive con la madre in una villa isolata ed è insoddisfatto. Quando arriva una giovane cameriera, decide che è ora di conoscere il mondo. Ma la madre non lo lascerà andare così facilmente. Lavorando sugli archetipi e lasciandosi ispirare dai décor di Bava e Argento, il regista si spinge verso il fantastico, realizzando un horror atipico che ha come nucleo centrale la famiglia, in grado nel finale di lanciare un messaggio critico al mondo in cui viviamo. Presentato in Piazza Grande a Locarno.
La serata sarà commentata in sala da Camillo Scaglia e Simone Cavagnini, redazione Celluloide, Radio Onda d’Urto.
 
Biglietti: 5,00 euro
 
 
Martedì 17 dicembre, ore 21
Il varco – prima visione
di Federico Ferrone, Michele Manzolini. 70'. Italia 2019.
 
1941. Un soldato italiano è inviato sul fronte ucraino. Le speranze di vittoria di Roma e Berlino si scontrano con la resistenza sovietica. Arriva l'inverno, e con esso morti, prigionieri e disertori. L'immensa steppa spazzata dalla tormenta sembra popolata da fantasmi. Una storia di finzione costruita con filmati di repertorio, ufficiali e amatoriali, in cui presente e passato corrono su due binari paralleli che, col procedere del film, si avvicinano e confluiscono. Come se le ferite di oltre 70 anni fa, nel cuore dell’Europa, non si fossero mai rimarginate.
Ospite in sala il regista Federico Ferrone, insieme a Matteo Asti, docente di cinema dell’Accademia di Belle Arti di Santa Giulia.
 
Biglietti: 6,00 euro intero, 5,00 euro ridotto.
 

 
 
 
 

«  Archivio newsletter