Chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, può godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta.

La legge di stabilità del 2016 ha stabilizzato e reso permanente l’Art bonus, agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura. In relazione alla qualifica del soggetto che effettua le erogazioni liberali sono previsti limiti massimi differenziati di spettanza del credito d’imposta.
Il credito d’imposta è riconosciuto a tutti i soggetti: che effettuano le erogazioni liberali a sostegno della cultura e dello spettacolo, previste dalla norma in commento, indipendentemente dalla natura e dalla forma giuridica.

 

In particolare:

  • per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d’imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile;
  • per i soggetti titolari di reddito d’impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d’imposta è invece riconosciuto nel limite del 5% dei ricavi annui.

Fondazione Brescia Musei progetta e produce mostre temporanee originali e attività culturali inedite per valorizzare e promuovere i tesori che gestisce e da quest’anno è iscritta al 5×1000.

Tutte le persone fisiche residenti in Italia, potranno destinare, attraverso la dichiarazione dei redditi, la quota del 5×1000 alla Fondazione Brescia Musei.

Scopri come cliccando su Dona il tuo 5×1000

Contattaci

Per ogni informazione

Ufficio Corporate Relations, Eventi e Fundraising

Francesca Belli