13 Aprile 2024 - 15:30

"CineRiparo - Il cinema che accoglie" è un’iniziativa che nasce con l'intento di dare visibilità e centralità a coloro che spesso sono invisibili, le persone senza dimora. L’iniziativa è sostenuta grazie al “biglietto sospeso”, con il quale sarà possibile donare un biglietto del cinema a un ospite del "Riparo", centro diurno a Brescia per le persone senza dimora dell'associazione Perlar.

Info

CineRiparo – Il cinema che accoglie è un’iniziativa di Fondazione Brescia Musei e Associazione Perlar che nasce con l’intento di dare visibilità e centralità a coloro che spesso sono invisibili, le persone senza dimora che, per motivi economici, spesso trovano difficile accedere all’esperienza cinematografica.

Il progetto punta a trasformare il cinema –  e in particolare la sala cinematografica Nuovo Eden – in un luogo di incontro e relazione per tutti, per costruire ponti di comprensione, favorire l’inclusione sociale e rendere l’arte cinematografica accessibile a chiunque.

Attraverso i contenuti della rassegna cinematografica si intende portare l’attenzione sui problemi presenti sul nostro territorio, dando voce a chi spesso rimane inascoltato e promuovere un dialogo più ampio, che coinvolga l’intera cittadinanza sulla questione dei senza dimora.

Il primo appuntamento in programma è previsto per sabato 13 aprile alle ore 15.30 presso il Cinema Nuovo Eden con il film Le invisibili di Louis-Julien Petit, un film che racconta la quotidianità di donne senza un domicilio fisso, protagoniste di una brillante commedia sociale dove tutto funziona a meraviglia, a partire dal casting formato da una dozzina di donne che, realmente, hanno conosciuto la precarietà e la strada e sarà accompagnato dalle testimonianze di alcuni ospiti senza dimora e da una discussione guidata sui temi connessi all’emergenza attuale dei senza tetto nella nostra città, a cura dell’Associazione Perlar di Brescia.

Il biglietto sospeso

Con l’aiuto di tutta la cittadinanza, CineRiparo può trasformarsi in un progetto permanente: ispirandosi al caffè sospeso, l’abitudine filantropica e solidale, viva nella tradizione sociale di Napoli, che si traduce nel dono della consumazione di una tazzina di caffè a beneficio di uno sconosciuto, allo stesso modo al pubblico del Nuovo Eden e ai cittadini tutti viene proposto di donare un biglietto per permettere l’accesso al cinema a chi non può permetterselo.

Il biglietto sospeso – acquistabile al prezzo di 5,50 euro presso il Cinema Nuovo Eden, online sul sito nuovoeden.it e a Poco Conto, il parco del riuso dell’Associazione Perlar, sito in Via Viotto 24 – sarà abbinato alla rassegna CineRiparo e sarà utilizzato da un ospite del Riparo, centro diurno a Brescia per le persone senza dimora dell’associazione Perlar.

Un gesto significativo e fondamentale per permettere all’iniziativa di vivere nel tempo e consolidarsi, offrendo un accesso non saltuario alla cultura alle persone senza dimora.
Una volta raggiunta la quota minima, i biglietti sospesi saranno consegnati all’Associazione Perlar che si farà carico dell’organizzazione della giornata di proiezione insieme agli ospiti del Riparo.

I film